Proteggere le applicazioni, due soluzioni

Proteggere file e cartelle ormai è diventato un compito piuttosto semplice con l’abbondanza di strumenti disponibili online, ma questo non si può affermare per bloccare i programmi ed evitare che questi siano usati da qualcuno che non siamo noi.

Se un programma verrà impostato come protetto, solo gli utenti selezionati avranno l’accesso e potranno aprirlo. Su Windows 7 ad esempio, si possono proteggere dei singoli programmi grazie all’uso di AppLocker, che deve essere abilitata da Start->Esegui->gpedit.msc. Nella finestra di configurazione dovrete cliccare su Criteri di controllo sulle applicazioni.

Se invece volete ricorrere ad una piccola applicazione portatile utile sempre a questo scopo, vi consigliamo App Admin, che blocca programmi ed eseguibili exe con un solo click. Tutto quello che dovrete fare è trascinare il file exe sul programma e cliccare su Riavvia Explorer per controllare come è stato cambiato il nome.