I più grandi disastri informartici

1962: Mariner 1

Il missile al momento del lancio devia dalla sua traiettoria e viene distrutto: era stato dimenticato l’inserimento di un trattino alto.

1971: Eole 1

Il satellite francese fa precipitare 72 palloni meteorologici: la richiesta di invio di dati di misurazione viene interpretata dal software come ordine di autodistruzione.

1978: Nimbus 7

Il satellite ignora il buco nell’ozono sull’Antartide: il software di analisi considera gli insoliti valori come errori di misurazione e li corregge di conseguenza.

1979: Reattori atomici

Vengono chiusi cinque impianti americani perchè il programma per la misurazione dell’antisismicità riporta valori sbagliati: il programma effettua calcoli errati.

1982: HMS Sheffield

Il cacciatorpediniere britannico viene colpito e affondato da un missile durante la guerra nelle isole Falkland: il software aveva impostato poco prima il sistema di combattimento in Safe Mode.

1982: Gasdotto

A causa della pressione eccessiva di un gasdotto siberiano esplode: l’Urss disponeva di un programma di controllo manipolato dagli Stati Uniti.

1983: La Terza Guerra Mondiale

Un satellite sovietico annuncia l’arrivo di cinque missili. Il tenente Petrow per fortuna considera un falso allarme. Il software aveva considerato i riflessi del Sole dei missili nemici.

1985-1987: Therac 25

L’apparecchio per la radioterapia uccide molti pazienti a causa di una dose di radiazioni eccessiva: il software non era in grado di eseguire più task senza errori se l’utente impartiva i comandi troppo velocemente.

1987: Wall Street

Un crac della Borsa ha provocato perdite giornaliere di 500 miliardi di dollari: il software utilizzato non riusciva a eseguire abbastanza velocemente l’ordine di vendita.

1988: USS Vinceness

L’incrociatore americano abbatte un Airbus iraniano e provoca 290 morti. Si dice che il sistema Aegis, costato 400 milioni di dollari, avesse segnalato l’Airbus come “assumed hostile”. L’equipaggio pensò a un aereo pronto ad attaccare.

1990: AT&T

Il software per la telefonia costringe con una reazione a catena tutte le sale di controllo al reset e per circa nove ore non è possibile telefonare. La causa: un comando Break inserito in maniera sbagliata.

1999: Mars Climate Orbiter

La sonda si disintegra nell’atmosfera di Marte: un software subappaltato dalla NASA utilizza le unità di misura anglosassoni invece del sistema metrico decimale.

1999: Mars Polar Lander

La sonda si schianta a 80 km/h su Marte distruggendosi. La causa: il software interpreta le vibrazioni come un atterraggio e spegne i motori.

2009: BNP Paribas

Il software della banca saccheggia decine di migliaia di conti eseguendo ripetutamente 600000 transazioni. Fino ad oggi non se ne conoscono le cause.