Ritoccare gli occhi degli animali fotografati con il flash

Oggi quasi tutte le fotocamere digitali hanno una funzione per ritoccare gli occhi rossi. Il problema è che se si usa il flash nelle foto ad animali, gli occhi non diventano rossi ma verdastri, e la funzione anti-occhi rossi fallisce.

Nelle foto di persone a seconda dell’angolazione di scatto la retina riflette direttamente la luce del flash, con il noto effetto occhi rossi. Nelle foto di diverse specie di animali, tra cui cane e gatto, avviene una cosa diversa: la luce del flash viene riflessa da uno speciale strato di cellule posto nella membrana coroide, che serve ad amplificare la luce per migliorare la visione notturna. L’effetto è che gli occhi non diventano rossi ma verdastri e lattiginosi.

Tutti i software di fotoritocco contengono un tool per ritoccare gli occhi rossi che agisce in modo simile alla funzione offerta all’interno delle fotocamere, ed è solitamente incapace di correggere gli occhi verdastri degli animali fotografati con il flash. Ma non preoccupatevi: basta attivare lo strumento di selezione ellittica e disegnare la selezione attorno alle parti verdastre. Per facilitare la cosa, si regolino forma e dimensioni della selezione. Ritocchi totalmente tondo non risulterebbero realistici, e una copertura eccessiva farebbe scomparire anche il colore originale dell’iride. Anche pupille totalmente nere non hanno un buon effetto: l’espressione vuota e fissa non è la migliore in una foto, e le pupille normalmente hanno riflessi luminosi.

Una volta effettuata la corretta selezione attivare lo strumento di riempimento, impostare il colore di primo piano come nero e disegnare l’ellisse. La foto ha già un aspetto migliore, ma non è ancora perfetta. Per rendere gli occhi luminosi e vivi usare un pennello  di piccole dimensioni e disegnare un punto bianco per simulare il riflesso della luce.