I maestri della compressione

Comprimere i file per ridurne l’estensione è una delle prime pratiche che si è diffusa con una certa intensità.
In passato si “zippava” per conservare la maggior quantità di dati in memorie che erano costose e non troppo capienti.
Con la diffusione di internet i software per la compressione ancora più indispensabili, perché permettono di ridurre le dimensioni di molti allegati di posta elettronica e, più in generale, di velocizzare i download. WinZip e WinRAR sono da anni i migliori , e anche Microsoft se ne è resa conto, tanto che a partire da Windows Xp ha incluso nel sistema operativo un’utility per la compressione e la decompressione degli archivi in formato ZIP.
Lo ZIP è a tutt’oggi lo standard più diffuso anche se non è l’unico: ne esistono almeno una trentina, tra i quali vale sicuramente la pena citare RAR e 7Z.
Tutti questi formati non possono essere gestiti dall’utility inclusa nel sistema operativo, ed è quindi necessario installare applicazioni specifiche, capaci di gestire il maggior numero di estensioni possibili. Fortunatamente ne esistono davvero tante (commerciali, freeware e open source), sono ben più flessibili di quella inclusa in Windows e, oltre agli strumenti di compressione, offrono molte altre funzioni accessorie di grande utilità.
Per citarne solo alcuni:

1)WinZip 12.1
2)WinRAR 3.8
3)IZArc 4.0

4)ZipGenius 6.0.3