Aggiornamento Samsung Galaxy S2 – Continua la Distribuzione di Android 4.1.2 Jelly Bean

In questi giorni abbiamo parlato molto dell’aggiornamento Samsung Galaxy S2, Android 4.1.2 Jelly Bean è infatti arrivato anche sugli smartphone no brand italiani.
Molti lo hanno installato e numerose sono state le segnalazioni di problemi, specialmente per la batteria che sembra avere una durata molto inferiore rispetto a prima.

Android 4.1.2 Jelly Bean non è però arrivato solo sui Samsung Galaxy S2 italiani, la distribuzione è infatti iniziata anche in altri Stati.
Possiamo quindi analizzare quali sono le impressioni di chi ha provato l’aggiornamento in Europa e verificare se i problemi sono gli stessi riscontrati in Europa.

Sui forum più importanti a livello internazionale non mancano le segnalazioni di problemi di vario tipo.
Le lamentele più comuni sono, anche in questo caso, relative alla batteria. Dopo l’aggiornamento Android 4.1.2 Jelly Bean, sono infatti molti gli utenti che hanno riscontrato una diminuzione della durata e un riscaldamento eccessivo.
Questo secondo problema sembra essere particolarmente grave visto che in alcuni casi porta al blocco dello smartphone.

Piuttosto comuni sembrano anche i problemi con l’applicazione Galleria.
Vengono infatti segnalate difficoltà nell’accesso alle immagini salvate sulla Sim e messaggi di errore relativi alla mancanza di spazio libero.

Le difficoltà sembrano quindi essere piuttosto simili a quelle riscontrate dagli utenti italiani.
Gli stessi problemi sono stati infatti segnalati da molti negli articoli che abbiamo pubblicato in passato su questo argomento.

Per il momento non ci sono risposte ufficiali da parte di Samsung.
La speranza è che una soluzione venga trovata in modo rapido visto che molte di queste segnalazioni erano già comparse in rete dopo l’arrivo dell’aggiornamento in Spagna, avvenuto molto prima della distribuzione di Android 4.1.2 Jelly Bean in Italia.

Ricordiamo poi che, per il momento, l’aggiornamento è disponibile solo per gli smartphone no brand in Italia. Siamo quindi ancora in attesa di informazioni da parte degli operatori.