Aggiornamento Samsung Galaxy S3 – Android 4.1.2 Jelly Bean Anche per Wind

Nell’ultimo periodo abbiamo parlato molto dell’aggiornamento Samsung Galaxy s3 e abbiamo segnalato le numerose lamentele degli utenti relative al ritardo di Android 4.1.2 Jelly Bean sugli smartphone Wind e Tim, ora però ci sono buone notizie.

Finalmente anche i possessori di Samsung Galaxy S3 con brand Wind potranno disporre dell’aggiornamento alla versione 4.1.2 Jelly Bean, vediamo la procedura da seguire per effettuare l’aggiornamento che risulta essere molto semplice.

Procediamo con ordine.

Occorrente

-Firmware 4.2.1 Jelly Bean per Galaxy S3 Wind

-Odin versione 3.04

-PC Suite Kies

-Batteria carica almeno al 50%

Procedimento

-Installare Odin

-Scompattare l’archivio contenente il nuovo firmware

-Collegare il Samsung Galaxy S3 in modalita download

-Attendere che Odin riconosca il terminale, selezionare in PDA il file precedentemente scaricato

-Mettere la spunta su Auto Reboot e F. Reset Time, toglierla invece da RePartition

-Cliccare su start e attendere la fine dell’aggiornamento

Può succedere che alla fine di questa procedura il telefono vada in bootloop, in questo caso si rivolve facilmente andando in modalità recovery, Tasto su + Home + Tasto Power, e effettuandoe i vari wipe.

Il changelog completo del nuovo firmware 4.1.2 è il seguente

Migliorata la fluidità e stabilità del sistema

Introdotta la possibilità di utilizzare la multi view nel multi tasking, come sul Note II

Introdotta la possibilità di disabilitare la funzione multi view

Introdotto il Page Buddy

Possibilità di personalizzare il pannello delle notifiche

Nuovi tool nel pannello delle notifiche

Possibilità di ruotare lo smartphone automaticamente in base all’angolo di visuale degli occhi

Introdotto l’inserimento continuo nella tastiera, come accade con Swipe in Android 4.2

Introdotti servizi Cloud di Samsung

Introdotte le funzioni Direct Call, Smart Stay e Pop-up Play

Nuovi widget

Due nuove modalità per la homescreen

Nuova barra per le notifiche

Introduzione del servizio Google Now