Windows 7 – La nuova funzionalità Raccolte


Tra le nuove funzionalità che sono state introdotte in Windows 7 troviamo un elemento chiamato Raccolte il cui compito è quello di semplificare la ricerca, la visualizzazione e l’ordinamento di oggetti simili anche se questi oggetti si trovano in posizioni diverse.

In pratica le Raccolte sono delle cartelle virtuali che permettono di aggregare il contenuto di cartelle presenti sul proprio computer o sulla rete.
Usando questa funzionalità è quindi possibile lavorare sugli oggetti come se si trovassero nella stessa posizione fisica.

Aprendo Esplora Risorse troviamo le quattro Raccolte predefinite che sono Documenti, Immagini, Musica e Video.

raccolte1

Accedendo a una di queste Raccolte possiamo vedere i percorsi fisici a cui la raccolta fa riferimento cliccando su percorsi e volendo è possibile aggiungere un nuovo percorso alla raccolta.

raccolte2

raccolte3

Un modo ancora più rapido per aggiungere una cartella a una raccolta è quello di cliccare con il tasto destro la cartella fisica e usare la voce di menu Includi nella raccolta.

raccolte4

La vera utilità delle raccolte è da individuare nella possibilità di crearne di nuove piuttosto che in quelle predefinite.
Gli utilizzi possibili sono numerosi, pensiamo a colleghi che lavorano a uno stesso progetto i cui relativi file si trovano in cartelle diverse e magari anche su computer diversi. La possibilità di creare una raccolta in cui vedere tutti i file del progetto rappresenta una comodità enorme.

Creare una nuova raccolta è molto semplice.
Basta accedere a Raccolte e cliccare il pulsante Nuova raccolta che troviamo nella barra degli strumenti.

raccolte5

Fatto questo ci viene chiesto di specificare il nome della nuova raccolta.

raccolte6

A questo punto è possibile aggiungere i percorsi nello stesso modo visto in precedenza.
I percorsi che possono essere aggiunti a una raccolta sono volumi formattati con NTFS o FAT32, dischi esterni USB e cartelle di rete.

Un ultimo elemento da considerare riguardo alle raccolte e che queste sono configurate per i singoli utenti e quindi non sono condivise da tutti gli account presenti sul computer.