Windows 7 – La novità dei Trigger Start Services in Windows 7


Windows 7 introduce una novità piuttosto interessante per quanto riguarda la gestione dei Servizi chiamata Trigger Start Services.

Un servizio di questo tipo è un servizio che è configurato per essere eseguito o fermato quando si verificano certe condizioni e certi eventi.
Esempi di eventi che possono essere usati per configurare questi servizi sono l’apertura di una porta sul firewall, la modifica di un criterio di gruppo e l’inserimento del computer in un dominio.

La gestione e la configurazione dei Trigger Start Service avviene utilizzando da linea di comando sc.exe.

Per verificare se un servizio è un Trigger Start Service e vedere quali sono gli eventi che lo attivano è possibile usare il seguente comando

sc qtriggerinfo <Nome Servizio>

Eseguendo questo comando per il servizio W32time possiamo notare come il servizio venga avviato quando si aggiunge il computer a un dominio Active Directory e venga fermato quando non fa parte di un dominio.

trigger1

Per visualizzare quelli che sono gli eventi utilizzabili possiamo usare il comando sc triggerinfo

trigger2

La lista degli eventi utilizzabili è piuttosto numerosa e inoltre gli sviluppatori possono creare eventi personalizzati.

Il comando per configurare un servizio in modo che si comporti come Trigger Based Service è il seguente

sc triggerinfo <Nome Servizio>

Se volessimo configurare un ipotetico servizio chiamato test in modo che sia avviato quando il computer ottiene un indirizzo ip useremmo il comando

sc triggerinfo test start/networkon

In definitiva possiamo dire si tratta di una novità molto interessante che permette  grandi possibilità di personalizzare il comportamento dei servizi.