Warning: fread() [function.fread]: Length parameter must be greater than 0 in /home/giochi1/public_html/tuttotech.com/index.php on line 3

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/giochi1/public_html/tuttotech.com/index.php:3) in /home/giochi1/public_html/tuttotech.com/index.php on line 3

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/giochi1/public_html/tuttotech.com/index.php:3) in /home/giochi1/public_html/tuttotech.com/wp-content/plugins/wp-super-cache/wp-cache-phase2.php on line 1196
Windows Live Messenger – Impedire l'aggiornamento di MSN 8.5
Warning: preg_replace() [function.preg-replace]: Compilation failed: unknown option bit(s) set at offset 0 in /home/giochi1/public_html/tuttotech.com/wp-content/plugins/all-in-one-seo-pack/aioseop_class.php on line 5026

Windows Live Messenger – Impedire l’aggiornamento di MSN 8.5


In passato vi avevamo parlato di una patch da installare per impedire l’upgrade di Windows Live Messeger all’ultima versione che è diventato obbligatorio per chi usa ancora MSN 8.5.

Esiste però una soluzione ancora più semplice per bloccare l’upgrade a Windows Live Messenger e continuare a usare MSN 8.5 anche se questo non è assolutamente consigliato visto i problemi di sicurezza delle vecchie versioni.

Il trucco che proponiamo funziona su Windows XP SP 2, Windows Vista, Windows 7 e Windows Server 2008.
Come prima cosa bisogna chiudere MSN 8.5 verificando che non ci sia ancora il processo in esecuzione, fatto questo è possibile cliccare con il tasto destro sull’icona di Windows Live Messenger e selezionare Proprietà.
Viene aperta una nuova finestra in cui bisogna accedere alla scheda Compatibilità.

aggiornamentomsn

Nella scheda Compatibilità bisogna selezionare l’opzione Esegui il programma in modalità compatibilità per e scegliere Windows 2000 dal menu.
A questo punto è possibile cliccare Ok e sarà possibile accedere a Windows Live Messenger 8.5 senza fare l’upgrade.

Il nostro consiglio rimane comunque quello di fare l’upgrade all’ultima versione.