Unix compie 40 anni

Linux_unixSi festeggia un compleanno importante in questo caldo agosto 2009.

Ben 40 anni fa, infatti, un progtammatore presso i Bell Laboratories di AT&T, Ken Thompson, si mise seduto davanti al suo terminale ed in meno di un mese creò uno dei più importanti software mai creati.

Correva il 1969 e Thompson scrisse la primissima versione di Unix,  in un modesto linguaggio assembly per un minicomputer PDP-7 di Digital Equipment, impiegando circa una settimana per ciascuno dei componenti: sistema operativo, shell, editor e assembler.

Con la collaborazione di un collega, Dennis Ritchie, Thompson continuò a sviluppare quella prima versione di Unix anche nei mesi successivi, mutuando alcuni principi di Multics nel nuovo sistema operativo, senza tuttavia mai perdere di vista il principio che avrebbe dovuto regolare lo sviluppo del nuovo sistema, ovvero il principio che “poco è meglio“.

Thompsono era infatti convinto che un sistema operativo per l’uso interattivo non doveva essere costoso nè in termini di hardware nè in sforzo umano e che pertanto i punti di forza e di riferimento avrebbero dovuto essere la semplicità, l’eleganza e la facilità d’uso.

A decretarne il successo furono soprattutto i ricercatori universitari che adottarono in massa Unix perchè semplice da utilizzare, facilmente modificabile, non troppo impegnativo nel suo fabbisogno di risorse, e il codice sorgente essenzialmente libero. Start-up di allora come Sun Microsystems e una serie di società ormai tramontate specializzate nel calcolo scientifico, come Multiflow Computer, lo adottarono per le medesime ragioni.

Insomma un successo che, sebbene non fu privo di critiche soprattutto da parte del Governo americano, si è oerpetuato nel tempo.

Bhè non resta che dire tanti auguri Unix!