Linux – Dieci comandi da non eseguire mai


Come sappiamo la shell di Linux è uno strumento molto potente, tutte le operazioni amministrative possono essere eseguite da linea di comando.
Esistono però alcuni comandi che non dovrebbero mai essere eseguiti viste le conseguenze distruttive che possono avere e che sono stati segnalati da Linuxscrew.

I seguenti comandi hanno come conseguenza la cancellazione di tutto il contenuto della propria cartella o anche di tutto il disco a seconda di chi li esegue
sudo rm -rf /
rm -rf .*
dd if=/dev/zero of=/dev/sda
mkfs.ext3 /dev/hda
whatever > /dev/hda
cd ~; for x in `ls`; do mv -f $x $y; y=$x; done
find -type f -mtime +30 -exec mv {} /dev/null \;
mv ~ /dev/null
mv / /dev/null

linux-penguin-big_origpreview

I seguenti comandi provocano invece il blocco del sistema o generano kernel panic
dd if=/dev/random of=/dev/port
:(){:|:&};:

Il seguente comando ha come conseguenza l’impossibilità di eseguire comandi con i permessi di root
rm -f /usr/bin/sudo;rm -f /bin/su

Ovviamente se volete provarli fatelo su una macchina virtuale creata appositamente per lo scopo visto che dopo il sistema sarà inutilizzabile.