Nokia e Apple in tribunale


“Apple sta cercando di sfruttare gratuitamente l’innovazione di Nokia quando il principio fondamentale nell’industria della telefonia mobile è che le compagnie che contribuiscono allo sviluppo delle tecnologie stabilendo standard creano proprietà intellettuali, che i competitors possono usare solo dietro compenso”.

Iniziò con queste parole di Ilkka Rahnasto (vice presidente della proprietà legale e intellettuale di Nokia), la battaglia legale tra Nokia e Apple, con quest’ultima accusata di aver sfruttato in maniera illecita 10 brevetti della casa finlandese riguardanti l’utilizzo dei protocolli GSM, UMTS e WiFi.

Era ottobre 2009. Oggi, la battaglia non sembra concludersi, anzi.

Nokia ha annunciato, infatti, di aver denunciato Apple per altri 7 brevetti riguardanti la gestione dell’interfaccia utente (camera, antenna e risparmio energetico).

Stavolta le dichiarazioni sono di Paul Melin, general manager di Nokia: “Nokia è stata l’apripista per molte tecnologie chiave nei dispositivi elettronici più piccoli. Questa azione legale ha lo scopo di proteggere il risultato di questo sviluppo pioneristico. La richiesta avanzata alla ITC (International Trade Commission) serve a impedire che Apple costruisca il suo business sull’innovazione proprietaria di Nokia”.

Chi la spunterà?