Google Buzz e le conseguenze per Twitter e Facebook


Google Buzz è stato annunciato e lanciato ieri, quali saranno le conseguenze per Facebook e Twitter?.

Fino a oggi Google non è riuscita a avere un social network che riscontrasse un vero successo, Orkut è popolare solo in alcune nazioni mentre Wave al momento fatica a trovare applicazioni pratiche.

Buzz sarà in grado di ritagliarsi un posto in questo mercato?
Il nuovo servizio offre l’integrazione con Twitter e quindi risulta in grado di importare i messaggi inviati in Twitter e inoltrarli ai propri contatti in Buzz.
Il limite è che non è possibile inviare messaggi su Twitter utilizzando Buzz e quindi chi è attivo su Twitter deve continuare a usare anche altri strumenti.
Gli altri servizi per cui è offerta l’integrazione sono Flickr, Picasa, Blogger e YouTube.

Da questa lista emerge subito la mancanza di Facebook, al momento non esiste nessuna integrazione tra il servizio di Google e il principale social network.
Questo significa che non è possibile importare gli status update di Facebook in Buzz e inviare aggiornamenti al social network.
Questo rappresenta al momento un limite piuttosto grande e che potrebbe spingere molti utenti a non utilizzare Google Buzz.

I numeri spiegano chiaramente la situazione, Facebook ha 400 milioni di utenti, Gmail 36 milioni e Twitter 18 milioni.
Buzz ha bisogno di offrire l’integrazione con Facebook per essere veramente utile, il servizio di Google al momento non offre funzionalità in grado di convincere qualcuno a abbondonare il social network che sta utilizzando, per essere competitivo e guadagnare utenti deve quindi dare la possibilità di integrarsi al meglio con quanto già esistente.