Warner non permetterà più lo streaming gratis delle proprie canzoni


Warner Music ha comunicato che presto non fornirà più gratuitamente la licenza di trasmettere la musica di cui possiede il copyright su servizi come Spotify e Last.fm.

Secondo l’azienda, che è una delle principale nel settore musicale, il modello di business basato sulle inserzioni pubblicitarie non funziona.
Edgar Bronfman, dirigente di Warner, ha dichiarato che i servizi di streaming gratis non sono positivi per il mercato e che quindi Warner smetterà di fornire le licenze per la trasmissione.

Quali saranno le conseguenze? Bronfman non ha specificato se la musica di cui Warner detiene i diritti sarà rimossa dai servizi esistenti o se la nuova posizione dell’azienda sarà applicata solo per accordi con eventuali nuovi servizi online ma dalle dichiarazioni sembra che Warner voglia supportare solo i servizi a pagameno.

Cosa faranno le altre aziende del settore? Sarà interessante capire se questa rimarrà un’iniziativa isolata o sarà seguita da altri.