Google Buzz cambia dopo le critiche ricevute


Le critiche relative ai potenziali problemi di privacy causati da Google Buzz, il nuovo servizio lanciato da Google nei giorni scorsi, sono state numerose e l’azienda è intervenuta in tempi decisamente rapidi.

Sostanzialmente sono stati introdoti tre cambiamenti piuttosto importanti in Google Buzz.
Il primo riguarda la funzionalità autofollow che è sta disabilitata e sostituita da un sistema di suggerimenti, i nuovi utenti quindi non riceveranno in  modo automatico gli aggiornamenti relativi a alcuni contatti presenti nella propria lista ma avranno semplicemente la possibilità di attivare la funzionalità per una serie di contatti suggeriti dall’applicazione.

Il secondo cambiamento disabilita la connessione automatica tra Google Buzz e i servizi Picasa e Google Reader, la funzionalità è disponibile ma deve essere attivata manualmente.

L’ultima novità riguarda l’introduzione di un maggiore numero di opzioni tramite le quali è possibile controllare meglio il modo in cui Google Buzz si integra con Gmail.
Queste impostazioni permettono infatti di decidere se si vuole che gli altri utenti possano vedere le persone che stiamo seguendo in Buzz.

Sul blog ufficiale di Gmail sono anche comparse le scuse ufficiali del team che si è detto dispiaciuto per i problemi causati e che ha confermato l’impegno per migliorare il servizio in base ai suggerimenti ricevuti.