Archivio Categorie: Altri Articoli

Come Recuperare File su Linux

Foremost è uno strumento gratis per piattaforma Linux, a linea di comando, che permette il recupero di files non più referenziati dal file system basandosi sull’analisi degli headers, dei footers e delle strutture interne dei files stessi. Questa tecnica è chiamata File Carving e lavora non considerando la struttura del file system.

Header e Footer sono delle particolari firme digitali che caratterizzano univocamente un determinato tipo di file, costituiti da un gruppo di valori esadecimali oppure ottali consecutivi sempre presenti all’inizio o alla fine di un determinato file. Ad esempio, l’header di un file formato Jpeg è 0xFFD88F.

foremost

Foremost possiede un file di configurazione (denominato foremost.conf) che guida il programma nella ricerca e che contiene per l’appunto gli headers e i footers (specificati in valori ottali o esadecimali), oltre che l’estensione e la dimensione massima di un determinato tipo di file da ricercare. Il tool quindi analizza l’hard disk (od una sua immagine) alla ricerca dell’header specificato e recupera i dati fino alla prima occorrenza del footer o, nel caso in cui non sia presente, fino al raggiungimento della dimensione massima.

Uno svantaggio nell’utilizzo di Foremost è che, se i file da recuperare risiedono su cluster (che rappresentano le più piccole unità di allocazione di un hard disk) non contigui, il tool non ne permette il recupero in quanto non va a leggere i dettagli (metadati) del file per individuare i vari cluster sparpagliati.

Questo potente tool, di default, supporta il recupero dei file di tipo aol, jpg, gif, png, bmp, avi, mpg, exe, rar, wav, tif, wmv, mov, mp3, pdf, ole, doc, zip, htm, cpp, pgp, rpm, dat, java. Il file di configurazione può comunque essere personalizzato a piacimento, inserendo o rimuovendo i tipi di file che si vuole ricercare o escludere, con i rispettivi headers e footers.

La sintassi del tool, completa delle opzioni più significative, è la seguente

# foremost  [-vqT] [-b<blocksize>] [-o <dir>] [-c <file_config>] [-t <tipi>]

-v Mostra informazioni dettagliate durante l’esecuzione del programma.

-q Ricerca l’header del file solamente all’inizio di ogni settore dell’hd, velocizzando le operazioni.

-T Scrive la data dell’operazione di recupero nel nome della directory di output.

-b Permette di specificare il block size del filesystem utilizzato.

-o Imposta la directory nella quale saranno salvati i file recuperati.

-c Imposta il file di configurazione da utilizzare.

-t Indica i tipi di file da analizzare.

Al termine dell’analisi e dell’operazione di recupero, Foremost crea una serie di directory denominate con l’estensione del file ricercato, al cui interno sono presenti i files estratti (quelli attivi, cancellati o non allocati), a loro volta denominati con l’indirizzo del settore sul quale si trovano. Moltiplicando questo indirizzo per il block size dell’hard disk otteniamo l’offset del file, ovvero il suo indirizzo assoluto in bytes sul disco.

Viene creato inoltre un file di report chiamato audit.txt contente i comandi dati e i dettagli sui file recuperati.

Mode – Nail art mania

 

In rete e non solo è nail art mania. Spieghiamo qualcosa per chi non sa di cosa stiamo parlando. Avete presente quelle belle unghie colorate e disegnate? Bene, parliamo proprio di quello. Le sfoggiano davvero tutti, dalle star alle ragazzine in strada. Basta sfogliare qualche rivista, oppure guardare il canale Youtube di questa o quella make up artist che non si parla d’altro. Unghie, unghie e ancora unghie: è il nuovo argomento dell’estate e non solo. Che siano lunghe, corte, leopardate o piene di glitter, che siano con una bandiera o con gli smile, l’unica cosa che conta è che siano belle, originali e ben fatte. Per realizzarle servono dei professionisti, altrimenti il tutto si tramuta in una cosa orribile, ma, per fortuna, non mancano gli esperti dotati di originalità e bravura. Per diventare nail artist si deve fare un corso ad hoc che specializza proprio in questa nuovissima arte, perché alcune unghie sembrano dei veri e propri dipinti in miniatura. Cosa aspettate? Scegliete come le volete e correte a farvele realizzare, sarete alla moda e invidiatissime. magari abbinato ad delle acconciature moderne. Ce ne sono davvero di bellissime, basta trovare la giusta ispirazione e il gioco è fatto. Avere delle unghie all’ultima moda non è mai stato così facile come adesso.

Di cosa è fatto un computer?

 

Quando si compra un computer nuovo, cosa facciamo con quello vecchio? Si butta via.

Sbagliato, perchè un computer contiene materiali tossici, sostanze chimiche e allo stesso tempo costosi e facilmente riciclabili. E’ bene quindi smaltire correttamente il vecchio pc.

Ma andiamo a vedere nel particolare da cosa è composto un computer:

  • Plastica (25%)
  • Ceramica (19%)
  • Rame (18%)
  • Ferro (13%)
  • Alluminio (4%)
  • Zinco (1,6%)

La plastica è formata da numerose sostanze chimiche e plastificanti. Inoltre, l’estrazione e il trattamento dell’alluminio costano molta energia.

  • Nichel (0,90%)
  • Stagno (0,48%)
  • Piombo (0,33%)
  • Argento (0,10%)

Il piombo è assai tossico.

  • Altro (17,59%) tra cui Cromo, Antimonio, Oro e Palladio.

 

Ed ecco qualche dato sul consumo energetico necessario alla produzione di un pc:

  1. Energia Fossile: 240 Kg
  2. Mix Chimico: 22 Kg
  3. Acqua: 1500 litri

Pensate ancora di buttare via il vostro vecchio PC? Ripensateci, e farete un favore a tutti.

 

Quick Tips – 26 Gennaio 2012

Avvio del sistema più colorato

Nella chiave di Registro Hkey_Users\.Default\Control Panel\Colors\Background definire il colore di sfondo durante il boot tramite i tre valori che corrispondono ai valori Rgb. I valori originali sono R=0, G=78, B=152.

Windows vintage

I nostalgici possono tornare all’antico semplicemente facendo clic destro sul Desktop, poi selezionare proprietà e, nella scheda Aspetto, selezionare Stile Windows classico sonno Finestre e Pulsanti.

Ingrandire i font del desktop

Le dimensioni dei caratteri a schermo possono essere modificate così: clic destro sul Desktop, selezionare Proprietà, nella scheda Impostazioni fare clic sul pulsante Avanzate e definirle sotto Impostazione Dpi.

Le professioni più richieste nel 2012

Molti di voi si chiederanno quali saranno le professioni più richieste nel 2012, e oggi vi risponderò in breve.

Innanzitutto, saranno le imprese di moda e lusso, come prevedibile dato che sono sempre state fra le aziende più importanti in Italia, a far risalire il paese dal baratro. Oltre a queste due, vi sono anche le aziende di alimentari e di meccanica di precisione.

In generale, quelle che avranno più successo saranno le nuove start-up, soprattutto quelle inerenti al Web.

Per quanto riguarda le lauree più cercate, saranno Economia e Commercio ed Ingegneria.

Coloro che invece farano fatica, saranno i dottori generici, che dovranno puntare ad aziende che non sono alla ricerca di alti titoli di studio.

Guida a un 2012 migliore #6 – Controllare i consumi

 

Continua la guida di Tuttotech.com “Guida a un 2012 migliore”. Oggi parliamo di consumi, e in particolare di quelli casalinghi.

E’ sempre presente nelle nostre vite il problema di consumi eccessivi in ambito casalingo, e, col passare del tempo, sempre più persone si stanno “convertendo” al risparmio energetico, sia per motivi economici che per motivi ambientali.

Sia che puntiate al risparmio energetico o che non ve ne interessi nulla, è comunque consigliato comprare dispositivi che monitorino i vostri consumi casalinghi, in modo da confrontare i dati con le bollette o limitare i consumi nel caso siano eccessivi.

Guida a un 2012 migliore #5 – Un miglior riciclaggio

 

Procediamo con un altro consiglio: oggi parliamo di riciclaggio. E’ molto importante imparare a suddividere come si deve i rifiuti casalinghi, facendo molta attenzione alla distinzione carta riciclabile/carta non riciclabile.

Per quanto riguarda il resto, non dovrebbe essere difficile vedere le differenze e basarsi su esse per una corretta suddivisione dei rifiuti.

Se non li avete, comprate dei contenitori da adibire ciascuno a un tipo di rifiuto, in modo da avere meno confusione in casa.

Guida a un 2012 migliore #4 – Più attenzione ai giocattoli

 

Non sarebbe per niente male porre maggiore attenzione a quello che compriamo ai nostri figli. Come hanno testimoniato anche alcune trasmissioni televisive, fra i numerosissimi giocattoli presenti sul mercato ce ne sono di non sicuri o contenenti sostanza dannose all’organismo fragile dei bambini.

Prestate quindi particolare attenzione a quello che comprate, cercate di informarvi prima di un acquisto, e osservate bene l’involucro prima di procedere con gli acquisti!

Guida a un 2012 migliore #3 – Più verde in città

Oggi il mio consiglio non riguarda solamente voi, ma tutto il quartiere in cui abitate. Se vicino a casa vostra  c’è una campo, o anche un piccolo pezzo di terra abbandonata, proponete ai vostri vicini di trasformare quella terra abbandonata in qualcosa di utile e magari anche bello a vedersi, come ad esempio un orto (per poi dividere i prodotti) o in uno splendido giardino che rassereni l’intero quartiere.

L’investimento non è alto, e un lavoro all’aria aperta non potrà farvi altro che bene, fisicamente e mentalmente. Uscite di casa quindi, guardatevi attorno, e cercate della terra abbandonata da migliorare!

 

Guida a un 2012 migliore #2 – Meno fumo, alcol e carne

Il secondo consiglio per migliorare (in questo caso notevolmente) il vostro 2012, è quello di diminuire il consumo di alcol e carne, entrambi dannosi all’organismo (se assunti in quantità) e smettere di fumare.

Per quanto riguarda la carne, se riuscite a diminuirne il consumo farete del bene a voi stessi e all’ambiente. Per l’alcol e il fumo la faccenda è diversa: ci guadagnate solo voi, e neanche poco. E’ stato calcolato che ogni sigaretta fumata priva di circa 12 minuti di vita, senza contare le maggiori probabilità di malattie, fra cui alcune mortali.

Per l’alcol, invece, il problema si pone se assunto in quantità e prima di guidare. Quindi, se proprio ne avete bisogno, assumetelo in quantità limitata e assolutamente non prima di guidare!

1 2