Archivio Categorie: Download

Come Ridimensionare le Foto

In un articolo precedente abbiamo analizzato i migliori strumenti per modificare foto, in alcuni casi si ha però solo bisogno di ridurre le dimensioni di una foto che è troppo grande o che occupa troppo spazio.

In ogni caso, l’operazione di ridimensionamento delle foto porterà a ottenere un’immagine di qualità inferiore rispetto a quella di partenza.

ridimensionare

Oggi, per ridurre dimensioni foto, ci faremo aiutare da un programma gratuito, Irfan View, completamente in inglese, ma dall’interfaccia intuitiva e che non occupa molto spazio sul disco. Il programma può essere scaricato dal sito ufficiale.

Una volta scaricato, dovremo aprire l’immagine che vogliamo ridurre con la solita procedura File – Apri. A questo punto dovremo cliccare su Batch Conversion/Rename per ridurre dimensioni foto come desideriamo. Possiamo lavorare in automatico su più immagini senza bisogno di aprire diverse finestre di Irfan View, grazie all’apposita colonna a destra.

Quindi, prima di ridurre le dimensioni di una foto, dopo averla aperta, dovremo selezionarla tra quelle disponibili nel caso avessimo aperto con Irfan View più immagini. Nel riquadro alla vostra sinistra, invece, troverete la dicitura Batch Conversion Settings. Questa, una volta cliccata, vi darà tra le varie opzioni la dicitura Options, che vi permetterà di modificare le opzioni e di stabilire di quanto volete ridurre dimensioni foto con Irfan View.

Potrete scegliere tra Low e Good, oppure selezionare matematicamente (80 sembra un buon punto d’incontro). Sempre da Options, andate su Use Advanced Options. Dopo aver spuntato questa opzione, dovete cliccare su Advanced. Vi compariranno diverse voci, ma voi dovete solo spuntare Resize per ridurre dimensioni foto. Ora potrete utilizzare i campi Width (larghezza) ed Height (altezza) per modificare la vostra foto con Irfan View. Completate cliccando su OK.

Per completare la procedura per ridurre dimensioni foto, dovete soltanto cliccare su Start Batch. Quando il processo sarà completato, il programma vi darà la scritta Exit Batch. Cliccatela e chiudete il programma. Irfan View si può utilizzare con qualsiasi tipo di immagine da fotocamera. Avrete così la vostra foto ridotta nella misura che desideravate e trovato il sistema per ridurre dimensioni foto senza acquistare programmi costosi grazie a Irfan View.

Come Creare Immagini Panoramiche

Le immagini panoramiche sono tornate di moda, merito anche di Facebook che ha recentemente inserito le nuove slide del profilo e della pagina.

Per iniziare, dovrete scattare delle foto utilizzando una macchina fotografica digitale. Ricordatevi di usare il cavalletto e di scattare foto in alto, in basso, a destra e a sinistra del vostro soggetto. Risulta essere inutile dirvi che più foto scattate, meglio è per la qualità dell’immagine.

immagini-panoramiche

A questo punto dovrete scaricare un semplice programma gratuito chiamato Autostitch. Questo programma, una volta che avrete inserito le vostre foto, sarà in grado di modificarle e di incollarle tra loro per creare delle immagini panoramiche.

Autostitch è semplice e intuitivo. Come prima cosa bisogna installare l’applicazione, la procedura è molto semplice e veloce. Il peso non è proibitivo e questo lo rende altamente consigliato anche per chi dispone di PC poco potenti.

Ora, dato che il programma è completamente in inglese, seguite queste istruzioni. Prima di inserire le foto, dobbiamo impostare alcune opzioni, ci basta cliccare successivamente su Edit e poi su Options. Per un effetto migliore, dovrete poi cliccare successivamente su Output Size – Scale 100% e Image Rotation Clockwise.

Fatto questo, aprendo alla vecchia maniera le vostre foto, potrete aprire in automatico tutte le foto che vi servono semplicemente selezionandole tutte insieme e cliccando sul tasto Open. Il programma parte da solo una volta inserite tutte le immagini. L’operazione dura qualche minuto e naturalmente, può variare in base al peso delle singole foto.

Il programma salverà da solo anche l’immagine risultante in formato JPG nella stessa cartella dove avete inserito le singole foto . Le immagini che è possibile ottenere sono veramente bellissime e sono vendute su Flickr anche a caro prezzo, quindi il programma risulta fondamentale e vitale per gli studi fotografici, di grafica online ed offline e simili.

Come Creare DVD con Menu

Creare un dvd senza avere un menu iniziale è davvero una pecca molto grande, oggi con poche semplici mosse vi spiegheremo come creare un dvd con menu per presentare i vostri filmati. Senza perdere ulteriore tempo andiamo a scoprire come creare un menu per i dvd .

Prima operazione da fare per creare il menu d’avvio per un dvd è scaricare DVDStyler, programma gratuito che permette di portare a termine questa operazione nel modo più semplice possibile. Essendo gratuito il programma è facilmente rintracciabile sul web quindi scaricatelo ed installatelo prima di procedere al secondo punto della procedura.

menu

Una volta installato il programma cliccate due volte sull’icona del programma, a questo punto si aprirà la pagina iniziale di DVDStyler e dovrete inserire il nome da dare al vostro dvd nel campo Etichetta disco. Ora attraverso il menu Capacità Disco dovrete scegliere quale tipo di dvd state utilizzando, può essere da 4GB oppure 8GB e cliccate OK per confermare la scelta. Ora nel campo Titolo digitate il nome che dovrà apparire nel menu di scelta. Ultima operazione da fare, per questa prima fase, è scegliere il tema tra quelli proposti nella colonna di sinistra e cliccare su OK per avviare la creazione del proprio DVD.

Ora non ci resta che selezionare il video da scrivere sul nostro dvd e cliccare su OK, ora è possibile selezionare le immagini di anteprima da utilizzare come sfondo oppure rovistare nel nostro hard disk e scegliere l’immagine che più ci piace, ora basta cliccare sull’opzine Immagin” per sistemarla nella anteprima presente a centro pagina. Altra opzione interessante è la possibilità di aggiungere dei pulsanti per navigare nel menu, per fare ciò basta cliccare sull’opzione Bottoni e ci verranno proposte le alternative disponibili.

Avendo aggiunto sfondo, anteprime, bottoni e titolo non ci resta che avviare la masterizzazione del dvd con menu, per fare questo basta semplicemente cliccare su l’icona con il dvd rosso e selezionare da essa Masterizza oppure Crea immagine ISO per salvare il progetto e scriverlo su dvd in un secondo momento. In conclusione abbiamo dato utili direttive per creare un dvd con menu personalizzato, per ulteriori chiarimenti è presente la guida del programma sul web oppure consultate la sezione Aiuto del software per avere dei chiarimenti precisi.

Programmi Utili per l’Hard Disk

I computer sono diventati una componente molto importante della nostra vita quotidiana, siamo cresciuti con l’aspettativa di un desktop più veloce e computer portatili all’ultimo grido per svolgere le nostre attività giornaliere. Uno dei maggiori problemi che affligge i processori e gli hard disk sempre più veloci e posizionati in spazi sempre meno ampi, è l’aumento delle temperature, raggiungono infatti molto rapidamente alte temperature soprattutto nei periodi caldi; se quest’ultime non vengono monitorate e tenute sotto controllo, possono causare grossi problemi al nostro Hardware.

Il surriscaldamento è una delle principali cause di guasti al disco rigido. Altri sintomi come la lentezza, i programmi che non rispondono e si bloccano o si riavviano per conto proprio, a volte possono essere attribuiti a surriscaldamenti dei componenti interni.

Quando un processore si rompe, si andrà incontro ad una spesa non indifferente per sostituirlo. Tuttavia, quando un disco rigido ci abbandona, i danni per la perdita di dati possono essere molto, più costosi.

Real Temp

Real Temp è un’applicazione per desktop o laptop che permette un controllo globale della temperatura, infatti reperisce le informazioni di temperatura da tutti i processori Intel Core e permette anche di calibrare i sensori per ogni singola CPU o macchine dual-quad-core. E a differenza di molti altri programmi, funziona bene sia sui laptop che sui desktop. Real Temp si esegue senza installazione. Può essere estratto in una cartella o disco esterno e avviato direttamente da lì.

Viene preimpostato di default alle temperature massime di ogni singola configurazione, che possono essere facilmente regolate, fornisce anche un’opzione per un allarme che avvisa del superamento di determinate temperature, permettendo così all’utente di spegnere il computer e risolvere, se necessario, eventuali problemi.

Core Temp

Core Temp è un’applicazione che comprende la maggior parte di processori Intel e AMD CPU, e funziona su Windows XP Service Pack 2, 2003 Server, Vista e Windows 7 (sia a 32 bit che a  64-bit). Uno degli strumenti utili che include è la possibilità di salvare le informazioni, cosa molto utile quando si monitora la temperatura del portatile per lunghi periodi di tempo cercando di rilevare se alcune fluttuazioni sono normali o rappresentano i primi segnali di eventuali problemi.

SpeedFan

SpeedFan è un’applicazione di monitoraggio della temperatura leggero ed affidabile, che ha il vantaggio di monitorare anche la velocità delle ventole, in quanto esse sono una parte importante per la salvaguardia del computer.

Può essere impostato per controllare la temperatura del disco rigido, la temperatura della CPU e la temperatura interna generale del computer. SpeedFan è un interessante programma che ti permette di fare molto, ma non funziona su tutti i modelli di notebook per il semplice fatto che le temperature sono configurate in modo diverso da modello a modello. Nonostante ciò, resta un monitoraggio affidabile della temperatura interna del computer anche quando alcune delle altre caratteristiche non sono disponibili; fornisce un ottimo sistema di rilevazioni per eventuali problemi dovuti alle temperature. Può essere impostato per emettere all’avvio un suono di allarme se la temperatura diventa troppo alta.

Ci sono molti problemi difficili da diagnosticare e correggere, ma per fortuna, le alte temperature non rientrano in essi. Dovrebbe essere una delle prime cose da controllare quando si avvertono rallentamenti o errori del disco rigido. Tutto ciò che serve è attenzione e uno dei programmi sopra elencati, e il problema può essere corretto prima che diventi incorreggibile.

Come Fare Backup della Configurazione del Browser

Supponiamo di avere acquistato un nuovo PC con Windows, o in alternativa, di eseguire una formattazione del disco rigido per ripulirlo da virus e ripristinare il corretto funzionamento di Windows.

Per quanto divertente possa essere reinstallare e quindi ottimizzare, a vostro piacimento, il browser e i programmi di posta elettronica, recuperando anche tutti i messaggi dai file di backup dei vari software; sarebbe molto più comodo e semplice che il backup di tutte quelle impostazioni e dei messaggi possa essere eseguito in pochi passi e su tutti i programmi contemporaneamente.

Ecco come il programma gratuito MailBrowserBackup può esserci utile, esso viene fornito in un file ZIP e non richiede alcuna installazione; basta eseguire il programma all’interno della cartella decompressa.

Per testare MailBrowserBackup, ho creato un nuovo profilo utente di Windows con un nuovo profilo di Firefox appena installato e quindi utilizzato MBB per il backup e ripristino del mio vecchio profilo di Firefox per il nuovo utente di windows. Il processo è semplice quanto selezionando il percorso di un file in explorer.

Una volta creati i vostri file MBB, è possibile passarli, per esempio, ad un drive USB esterno o spedirseli via mail a se stessi. Per il ripristino sarà sufficiente eseguire il programma, questa volta premendo il pulsante Ripristina.

La versione attuale supporta il backup delle impostazioni e dei profili di alcuni programmi: i browser Firefox e Chrome, Thunderbird, Windows Mail e IncrediMail come client di posta elettronica, il programma per FTP FileZilla  . L’autore assicura, in poco tempo, una compatibilità con tutti i principali browser; con l’entrata di nuovi software supportati questo programma è da tenere senza dubbio in considerazione.

Come Partizionare un Hard Disk con GParted

Ogni sistema operativo ha i suoi pregi. Windows è onnipresente e offre l’accesso a una vasta gamma di software. OSX è solido e in genere si comporta esattamente come l’utente si aspetta.

Linux consente di accedere a milioni di programmi open source che non sempre si possono trovare altrove. Molte di queste applicazioni gratuite sono incredibilmente utili, anche per gli utenti molto legati a Windows. GParted è un ottimo esempio di un incredibile software Linux gratuito per il partizionamento, che tutti gli utenti Windows dovrebbero conoscere.

Perché è uno strumento di partizionamento completo, per molti versi una migliore alternativa a Partition Magic. Supporta sia NTFS e FAT32 (e molto altro), il che significa che può fare tutto quello che un utente di Windows vorrebbe fare (e molto altro). Infine, poiché può essere avviato da un Live CD (senza installazione), è possibile utilizzarlo per modificare la partizione primaria usata dal tuo sistema operativo – utile quando si desidera ridimensionare questa partizione.
La cosa migliore è che Gparted è un software di partizionamento gratuito che è già incluso nel Live CD di Ubuntu.

In sostanza, partizione significa dividere il disco rigido in diverse sezioni. Per Windows, ciascuna di queste “sezioni” sarà vista come un disco separato – pur essendo fisicamente presente nello stesso volume.

Se i dati sono su una partizione diversa da quella del sistema operativo si può sostituire il proprio sistema operativo senza perdere i propri dati. Il partizionamento è anche necessario se si desidera eseguire più sistemi operativi su un singolo computer (e disco fisso) – ad esempio, Windows e Ubuntu.

Uno strumento di partizionamento ti permette di restringere o estendere le partizioni esistenti, e crearne di nuove. GParted è uno strumento di partizionamento.

Un altro di questi strumenti è Partition Manager. Nonostante sia un buon strumento, Partition Manager non può essere eseguito da un CD live e come tale non è utile per modificare la partizione primaria del vostro disco.

Accedete a GParted e vedrete la vostra unità primaria, pronta per essere modificata. È possibile eliminare una partizione, se volete, o semplicemente ridimensionarla. Per eseguire qualsiasi azione, tutto quello che dovete fare è un clic con il tasto resto sul disco o sulla partizione che si desidera modificare. Il menù che compariranno offrono cursori che è possibile trascinare per specificare la dimensione desiderata se imputare numeri non è nel vostro stile.

Nell’angolo in alto a destra della finestra, c’è un menu a discesa che permette di selezionare quale unità si desidera configurare.

Risulta essere importante sapere che GParted non farà nulla fino a quando non si farà clic sul pulsante “Applica” nella barra degli strumenti. Quindi, se volete vedere che tipo di configurazione funzionerà o non funzionerà andare avanti, nulla verrà modificato fino a quando non si fa clic su OK.

Infine, vale la pena notare che il partizionamento non è senza rischi. Se, per esempio, si verificasse un’interruzione di corrente durante il partizionamento il risultato potrebbe essere un sistema che non è più in grado di avviasi e recuperare i dati sarebbe difficile. Proteggersi da questa eventualità utilizzando una gruppo di continuità o assicurandovi che la vostra fonte di energia sarà costante.

Risulta essere anche una buona idea per gli utenti Windows deframmentare il proprio disco rigido prima del partizionamento:,ciò aumenterà notevolmente l’efficacia del processo.

Se si utilizza già Linux, complimenti: avete facile accesso a GParted. Controllate la repository della vostra distribuzione per l’installazione.

Se avete un live CD di Ubuntu in giro da qualche parte, complimenti: avete un facile accesso a GParted. Basta eseguire l’avvio da CD e troverete GParted sotto “Sistema” e quindi “Amministrazione”.

Se non si dispone di un CD di Ubuntu, è molto facile da trovare. Procedi a scaricare un’immagine ISO o richiedi gratuitamente la spedizione di un CD a casa tua.

Se invece tutto quello che desiderate è GParted, considerate invece il download del Live CD di GParted. Scaricare e masterizzare l’immagine ISO su disco utilizzando l’applicazione di masterizzazione da voi preferita.

Il programma di installazione di Windows, in particolare per XP, tende a impiegare un’infinità di tempo per creazione delle partizioni. Usa piuttosto Gparted per rendere l’installazione più veloce.

Restringi la partizione XP per fare spazio a un altro sistema operativo, ad esempio Ubuntu.

Hai bisogno di più spazio? Puoi rimuovere la partizione di ripristino in dotazione con il tuo computer ed estendere la partizione del sistema operativo per sfruttare lo spazio recuperato (ma attenzione, fatelo solo se avete un CD del sistema operativo – o di ripristino – a portata di mano per la re-installazione.)

Se avete acquistato di recente un disco rigido più grande, è possibile utilizzare Clonezilla per copiare il filesystem ad esso e poi Gparted per estendere la partizione per l’intera unità.

Gparted non è solo software di partizionamento gratuito, se avete bisogno di riorganizzare il disco rigido questo è quello che state cercando.

Come Ridurre Dimensione PDF Senza Perdere Qualità

Oggi abbiamo decine di migliaia di file salvati sui nostri Hard Disk, al punto che anche quelli di minor dimensioni contribuiscono in maniera importante alla riduzione di spazio su disco, per questo motivo è importante avere delle utility che ci permettono di risparmiarne il più possibile.

Oggi vi parliamo di un software molto pratico chiamato PDF Compressor, utile per comprimere le dimensioni dei file PDF senza intaccarne la qualità. Grazie a questo è possibile elaborare e ridurre anche migliaia di file contemporaneamente, inoltre è compatibile con tante versioni di Windoww.

L’interfaccia è molto semplice e comprensibile, infatti una volta installato il software basta trascinare i file sulla finestra per poterne già leggere alcune informazioni, come il nome, la dimensione e il percorso dello stesso.

Una volta caricati i file da comprimere, basterà cliccare sul tasto Compression Start, il quale elaborerà tutti i file o in alternativa solo quelli che abbiamo selezionato. Una volta terminato il processo, lo stesso si trasformerà in un tasto Ok e la colonna di output mostrerà i file con la nuova dimensione.

Programmi per Pulire il Registro Gratis

Sicuramente avrete cercato il migliore programma di pulizia del registro e di manuntenzione di Windows, ci sono alcuni programmi gratuiti che fanno tutto questo quasi del tutto in automatico, ma bisogna prestare sempre la giusta attenzione. Per quanto riguarda il registro il migliore programma, forse in assoluto, è RegCleaner. Se installate e disinstallare molti programmi allora può esservi utile Revo Unistaller.

RegCleaner elimina le voci di programmi eliminati, chiavi errate in quanto registro con il passare del tempo aumenta di dimensione e ha sempre bisogno di qualche sistematina. L’autore di questo programma ne ha interrotto lo sviluppo perchè si è dedicato ad un programma superiore, RegSupreme, purtroppo a pagamento.

Revo Unistaller  è per coloro che sperimentano di continuo nuovi programmi o giochi, installandoli e disinstallandoli. risulta essere sufficiente avviarlo, scegliere il programma da disinstallare e questo verrà cancellato dal disco fisso, dal registro e dalle tracce di utilizzo. In un colpo solo si cancella tutto ciò riguardante il programma.

Infine ricordiamo che ogni volta che si mette mano al registro, bisogna sempre usare la massima attenzione e cautela. A volte è preferibile usare le applicazioni di Windows stesso per evitare i creare ulteriori danni.Se volete un consiglio per eliminare del tutto un software, cancellatelo dal pannello di controllo, poi andate nel registro di configurazione, fate cerca, scrivete il nome del programma e eliminate tutto ciò che trovate.

Come Cancellare File Definitivamente

Molti non lo sanno, ma i file che cancelliamo dal Cestino del nostro Windows non vengono cancellati definitivamente dal nostro sistema, ma rimangono sul disco fino a che non vengono sovrascritti. Risulta essere per questo motivo che esistono dei programmi per il recupero dei file cancellati.

Per mantenere la nostra privacy ed impedire che qualcuno possa recuperare dei file a nostra insaputa esiste il programma Freeeraser. Questo programma è un Cestino alternativo, con la differenza importante che i file eliminati da questo non saranno più recuperabili e verranno cancellati definitivamente.

In pratica questo programma gratuito rende possibile tutto questo sovrascrivendo una o più volte il file da cancellare. Ci sono tre livelli di distruzione del file:

Fast destruction sovrascrive con dati casuali 1 volta.
Forced destruction sovrascrive con dati casuali 3 volte.
Ultimate destruction sovrascrive con dati casuali 35 volte.
Più volte un file viene sovrascritto, più viene danneggiato e maggiori sono i tempi di attesa.

Come Unire File AVI

Quando si scaricano dei file video da Internet può capitare che questi video siano divisi in 2 o più parti.

Questi avvenimenti si verificano quando si scaricano dalla rete film,puntate di serie televisive e roba simile.

Capita spesso che una volta scaricato un film,esso sia stato diviso in 2 parti,quindi per visualizzarlo per intero dovremo avviare tutte e due le parti o visualizzarne una alla volta.

AVI Joiner è un programma molto semplice da utilizzare che permette di unire 2 o più file AVI in uno solo in un paio di click,in maniera molto semplice e in modo gratuito.

L’utilizzo è molto semplice in quanto una volta aperta l’applicazione si dovrà cliccare su Add per aggiungere i file video AVI selezionandoli dal proprio PC,impostarli nel giusto ordine e cliccare su Run Avi Joiner.

In pochissimo tempo,dipende dalla grandezza dei video,verrà creato un unico file AVI.

AVI Joiner supporta i sistemi gratuiti Windows e può essere scaricato in una versione portable che non richiede l’installazione.

Un’applicazione simile è disponibile per i video FLV potendo unire 2 o più file FLV in un unico solo.

1 2 3 111