Archivio Categorie: Audio

Come Ridurre la Dimensione dei File Mp3

In questa guida spieghiamo come di ridurre la dimensione dei file MP3 utilizzando un programma gratis molto semplice.

Il formato MP3 ha sicuramente rivoluzionato il modo di concepire la musica attraverso il computer e soprattutto, la continua innovazione tecnologica ci permette di avere degli ottimi riscontri con questo formato anche in mobilità, non solo se parliamo di device esterni portatili come gli mp3 player e gli attuali smartphone che supportano il formato, ma anche il car audio che si è rivoluzionato dando la possibilità di trasferire tanta tanta musica dove vogliamo.

ridurre mp3

Ovviamente anche il nostro lettore MP3 portatile, la pen drive e quanto altro device di memoria di massa si riempie in capacità, questo anche perché le canzoni che ci piacciono aumentano sempre di pi, e allora vediamo cosa fare. Semplice, utilizziamo un software che ci permette di ottimizzare lo spazio sul nostro dispositivo di memoria di massa agendo direttamente sul nostro bagaglio di file musicali archiviati.

Il software di cui vi parliamo oggi, si occupa proprio di questo. Si chiama Win Mp3 Packer e nasce con l’intento di ridurre in maniera interessante le dimensioni dei nostri file MP3 in modo tale da guadagnare dello spazio sulla nostra memoria, senza fare degli sforzi di compressione e senza andare ad eliminare dei file che possono tornarci utili. Il software è gratuito ed è compatibile con tutti i sistemi operativi di Microsoft della serie Windows XP, Windows Vista e Windows 7.

Il software va a trasformare il bit rate dei nostri file in MP3 dal formato costante ad uno variabile, facendo si che la quantità di spazio occupato dal file si riduca drasticamente. Ovviamente così potremo archiviare una considerevole quantità di file, ma anche con la coscienza che perderemo qualcosina in qualità, non udibile all’orecchio umano. Win Mp3 Packer agisce sia sui singoli file che sull’intero contenuto di cartelle e sottocartelle permettendo una serie di opzioni personalizzabili. Il software è portable e quindi comodo da portare con se sulla chiavetta USB.

Uno strumento sicuramente interessante.

Programmi per Trasformare Musica e Canzoni – X2X Free Audio Converter

Il manipolare dei vari file audio e video oramai è una pratica molto popolare, qualsiasi utente che possiede un computer avrà provato almeno una volta ad aprire un file audio, e quindi ad ascoltare il contenuto, oppure avrà visto un bel film, ma questo ovviamente è una pratica ancor più generale, per manipolazione di tali file si intende l’apertura di essi, la modifica, la conversione, la separazione dell’audio da un video e tante altre belle operazioni.

Ovviamente un utente che non ha mai avuto l’esigenza di modificare questo tipo di file non avrà nessuna esperienza, e probabilmente non saprà nemmeno da dove cominciare. In realtà l’esigenza arriva quando per la prima volta il nostro computer non riesce a riprodurre un particolare formato audio trovato in rete, e dunque l’unica azione possibile per poterlo riprodurre è convertirlo in un formato più diffuso, oppure scaricare un player aggiuntivo.

convertire audio

Altre volte invece ci capita per le mani un video, di cui la parte audio ci interessa particolarmente, in questo modo avremo la necessità di estrapolare il contenuto audio dal video, in modo tale da poterlo riprodurre anche con il nostro normale lettore mp3 oppure cd portatile.

Per compiere queste operazioni è necessario munirsi di software specifici, spesso anche a pagamento, ma ovviamente noi vi proponiamo sempre soluzioni gratuite, ed è per questo che presentiamo X2X Free Audio Converter, un convertitore audio capace anche di convertire dei video in formato audio, riproducibili dunque anche in qualsiasi dispositivo che riproduce solo contenuto audio.

X2X Free Audio Converter è gratuito e possiamo scaricarlo direttamente cliccando qui.

L’interfaccia del programma è molto intuitiva, e mette già tutte le funzioni a disposizione in modo da non perderci tra vai menu e opzioni varie.

Una volta avviato carichiamo subito un file video oppure audio premendo il pulsante “add” e selezionandolo dalla sua relativa cartella.

Il suo nome, completo di percorso, sarà visualizzato all’interno della pagina principale, con tanto di dimensione e durata, spostiamoci in basso e selezioniamo il formato di uscita tra mp3, aac, wav, wma ed ogg, ed un preset di qualità audio, quando avremo settato tutto avviamo la conversione premendo su convert.

Se vogliamo, prima di avviare la conversione possiamo selezionare la cartella di destinazione premendo su “browse” e quindi selezionare la cartelle voluta.

Convertire Mp3 in Midi

In questa guida spieghiamo come convertire Mp3 in Midi.

MIDI, Musical Instrument Digital Interface. Questa la definizione che si nasconde dietro una sigla conosciuta da molti, certo, non da tutti. Una sigla che ci fa pensare a qualcosa che ha a che fare con la musica ma che spesso non sappiamo definire.

convertire mp3 in midiVediamo cosa vuol dire però, in poche parole, la stessa definizione.

Diciamo che per definizione pressochè universale, possiamo dire che il file MIDI non è un file musicale, ma un file che contiene informazioni da inviare a uno strumento elettronico che riproduca poi il suono, diversamente dal file mp3 che è un file audio compresso.

Giungiamo quindi alla nostra domanda iniziale. come convertire mp3 in MIDI.

Esiste attualmente un software chiamato MIDI Recognition System in grado di aiutarci in questo compito. Sarà sufficiente visitare il sito widisoft.com, scaricarlo, installarlo e aprirlo.

Una volta aperto MIDI Recognition System, selezioniamo la voce Transcribe Pre-recorded MP3, Wave or CD sulla prima pagina e clicchiamo su Next, quindi, sotto Select Audio File, selezioniamo Browse e cerchiamo il file che vogliamo convertire, clicchiamo su Open e poi su Next. Ci verrà chiesto di proseguire o meno attraverso la voce Recognition Preset, clicchiamo quindi ancora Next, poi Finish e Save.

Una piccola ma importante nota. Se la vostra copia del software è registrata potrete salvare il file, altrimenti potrete salvare solo una parte.

Convertire Mp3 in Midi è quindi un’operazione che è possibile eseguire in modo piuttosto veloce.

 

Come Convertire File AMR in MP3 Gratis

In un articolo precedente abbiamo visto come aprire file AMR, oggi spieghiamo come convertire file AMR in MP3 utilizzando programmi gratis.

I file AMR sono file presenti soprattutto nei cellulari, più precisamente negli smartphone, e si tratta di un formato utilizzato principalmente per la memorizzazione audio. Essa infatti si basa sulla codifica AMR, la stessa che viene usata per le suonerie.

convertire file amr in mp3

Se vogliamo convertire questo tipo di file in MP3, possiamo utilizzare un programma gratuito e molto semplice da utilizzare, chiamato AMR to MP3 Converter, disponibile gratis sul sito ufficiale. Questo programma è utilizzabile esclusivamente su piattaforma Windows. Oltre a essere semplice, si tratta di un programma molto leggero e andrà a occupare poco spazio nel nostro hard disk.

La conversione si effettua in pochi passaggi. Vediamo quali sono gli elementi che troviamo nell’interfaccia dello strumento.

-Add AMR Audio, dove selezioneremo il nostro file AMR da convertire in MP3

-Add MP3 Audio, in questo caso selezioneremo il file MP3 per effettuare l’operazione inversa, ovvero la conversione in AMR

-Convert to MP3, dove una volta selezionato dopo pochi secondi avremo a disposizione il nostro file AMR convertito correttamente in MP3

-Convert to AMR, procedimento esattamente inverso a quello precedente, con la conversione del nostro file MP3 in AMR

Ricordiamo che è possibile convertire più file alla volta, ma capirete voi stessi che l’operazione risulterà leggermente più lenta. AMR to MP3 Converter è uno dei pochi programmi presenti in rete in grado di svolgere questa funzione, e come abbiamo visto la semplicità è il suo punto di forza.

Una soluzione sicuramente interessante per chi ha la necessità di convertire file AMR in MP3 in modo semplice e veloce.

Programmi per Remixare le Canzoni

In un articolo precedente abbiamo presentato alcuni programmi per comporre musica, oggi vediamo alcuni programmi per remixare le canzoni semplici e veloci da analizzare.

Se conoscete le console da DJ, indispensabile per condurre serate musicali, sapete forse anche che remixare musica non è poi così facile come potrebbe sembrare ed ancora meno facile diventa se non possiamo permetterci una console di tipo professionale.

Ma se non siamo professionisti e comunque, a volte, ci dilettiamo nella conduzione di serate musicali e ci divertiamo a fare il disk jockey senza però avere modo di acquistare una costosissima console da dj professionisti, o se vogliamo mixare, scratchare, applicare effetti ai nostri pezzi preferiti per prepararci le nostre colonne sonore personalizzate, possiamo utilizzare il pc e qualche programma gratuito che serve per remixare musica.

Esistono principalmente tre software, completamente gratis, che ci permettono di

-Settare bmp, crossfade, pitch

-Mixare canzoni in diversi formati audioin modo automatico

-Creare la nostra playlist

I programmi sono

Mixx – Si tratta di un’applicazione gratis che mette a disposizione funzionalità come la modifica del bmp e del cross fade, comptabilità con diversi tipi di hardware, supporto ai principali formati audio come Mp3, Ogg, Wav e Flac, sistema di controllo semplice tramite mouse e tastera e possibilità di personalizzare l’interfaccia.

Ultramixer Free – Anche questo strumento è gratis e propone caratteristiche molto interessanti come la possibilità di creare playlist, un’interfaccia molto semplice con pulsanti per loop e pitch, il supporto ai principali formati audio e la possibilità di personalizzazione.

Ots  Cd Scratch 1200 Free – Un altro programma gratis che offre numerosi filtri e permette di applicare diversi tipi di effetti, mette a disposizione un equalizzatore grafico molto interessante e si caratterizza per l’interfaccia molto curata.

Utilizzando uno di questi programmi per remixare le canzoni sul PC, possiamo inserire una qualunque musica mantenendo il giusto tempo settando la funzione bpm in modo automatico, ma possiamo anche utilizzare i pulsanti di cross fade per mixare i due brani. Volendo, l’effetto pitch ci permette di avere i due pezzi sulla stessa tonalità e potremo comunque salvare tracce e effetti in una playlist.

Programmi per Comporre Musica Gratis

I programmi per comporre musica dal proprio PC sono solitamente software molto costosi, oltre a essere decisamente complessi da utilizzare. Se siamo alle prime armi e soprattutto se non siamo dei professionisti del settore, possiamo però tranquillamente utilizzare alcune risorse che si trovano anche gratuitamente su internet che ci permetteranno di fare molte cose e ci faranno prendere confidenza con diverse delle funzioni base dei programmi più professionali.

Strumenti come Jam Studio, per esempio, sono facili da utilizzare e permettono di creare file musicali MP3 direttamente online, per poi scaricarli sul proprio computer.

Si possono scegliere gli accordi per comporre un giro, si sceglie la tonalità del pezzo che si vuole creare, si sceglie ovviamente la velocità di esecuzione e si possono selezionare sia diversi strumenti che le divisioni ritmiche per ciascuno strumento.

Per creare il nostro file musicale non dovremo far altro che andare sul sito di Jam Studio. Scegliamo la voce New dal menu in alto e possiamo subito cominciare ad inserire gli accordi del nostro pezzo sul pentagramma. Scegliamo poi la tonalità, scegliamo le eventuali variazioni, il numero di movimenti per battuta e la velocità.

Fatto questo, scegliamo le tracce che dovranno suonare contemporaneamente, scegliendo gli strumenti, di cui potremo scegliere la ritmica, o gli stili musicali che sono davvero tantissimi.

Non solo, il programma offre anche la scelta di vastissimo e molto professionale insieme di sound loop, che vengono messi gratuitamente a disposizione da musicisti professionisti.

L’ applicazione provvede da sola a mantenere il tempo dei loop musicali da noi creati e ci permetterà, una volta completata la traccia, di scaricare la nostra creazione direttamente su disco, in formato MP3.

Se non vogliamo crearci un account, gratuito, sul sito, tramite cui potremo salvare direttamente file MP3 su disco, possiamo semplicemente eseguirla e utilizzare uno qualunque dei programmi per la registrazione, che permettono di salvare come file audio l’ uscita delle casse del nostro PC.

In un articolo precedente abbiamo parlato delle alternative a GarageBand per Windows e segnalato alcuni programmi per comporre musica gratis, Jam Studio è però sicuramente uno strumento da provare.

Da Mp3 a CD Audio

Abbiamo già parlato in passato di alcuni programmi per masterizzare Cd audio, tra i quali Free Audio CD Burner è sicuramente uno dei migliori, oggi presentiamo un altro strumento per effettuare la conversione da Mp3 a Cd audio.

L’applicazione che segnaliamo in questo articolo è BurnAware Free, un programma gratis che può essere scaricato in modo molto veloce dal sito ufficiale.
Una volta completato il download, è possibile fare doppio click sul file scaricato per avviare l’installazione. Anche in questo caso si tratta di un’operazione semplice, basta infatti seguire la procedura guidata che viene mostrata e che non richiede configurazioni particolari.

Al termine dell’installazione, è possibile avviare lo strumento.
L’interfaccia di BurnAware Free è molto semplice, nella pagina iniziale vengono infatti mostrate le varie funzionalità messe a disposizione, tra queste troviamo la possibilità di creare un cd audio.
A queso punto bisogna selezionare i file Mp3 presenti sul proprio computer da aggiungere al Cd audio.
Una volta aggiunti tutti i file, è possibile avviare la masterizzazione cliccando il pulsante Burn.

Convertire i file da Mp3 a Cd audio con BurnAware Free è quindi molto semplice, risulta importante ricordare che il programma è disponibile anche in italiano.

Convertire File CDA in MP3 – Programmi Gratis

Convertire CDA in MP3 è un’operazione che risulta essere piuttosto comune, i file CDA sono infatti quelli presenti nei normali CD audio.

Convertire un file da CDA a MP3, permette quindi di ottenere un file di dimensioni molto ridotte e di buona qualità da utilizzare sul proprio computer.

In questa guida vediamo come eseguire la conversione in modo semplice e veloce tramite un programma gratis chiamato Switch Sound Format Converter.
La prima cosa da fare è accedere al sito ufficiale e completare il download. Una volta fatto questo, è possibile eseguire l’installazione che risulta essere veloce visto che basta seguire la procedura guidata che viene mostrata.

Una volta completata l’installazione, è possibile avviare il programma.
L’interfaccia è piuttosto semplice, cliccando l’icona Add File presente nella parte alta è possibile selezionare i file CDA che devono essere convertiti. I file selezionati vengono mostrati nella finestra dell’applicazione con alcune informazioni come il formato e la dimensione.

A questo punto è possibile cliccare il pulsante Browser in basso per selezionare la cartella di destinazione e utilizzare il menu per scegliere il formato in cui deve essere eseguita la conversione.
Tramite il tasto Encoder Options è possibile impostare la qualità del file mp3 che sarà ottenuto. Il programma imposta come valore di default 128, aumentandolo si ottiene un file di qualità migliore ma di dimensioni maggiori.

Una volta completata l’impostazione delle opzioni, è possibile avviare l’operazione cliccando il pulsante convert.
Nell’interfaccia viene mostrato lo stato dell’operazione e al termine è possibile trovare i file mp3 nella cartella specificata in precedenza.

Switch Sound Format Converter raprpesenta una soluzione interessante per cui vuole convertire file da CDA a MP3, si tratta infatti di un programma semplice da utilizzare e che mette a disposizione tutte le funzionalità necessarie.

Programmi per Mixare Musica

I migliori programmi per mixare sono quelli utilizzati dai grandi dj di fama internazionale, questo però non esclude che altri strumenti siano in grado di svolgere il proprio lavoro e permettere all’utente di ottenere un risultato decente nella selezione dei propri brani. In questa guida andremo a fare un breve elenco dei programmi più utilizzati, quindi considerati i migliori attualmente sul mercato per il mondo del mixing. Senza ulteriori indugi andiamo a scoprire quali sono i migliori programmi per mixare.

Come mixare brani per un dj set? le componenti fondamentali con l’avvento della tecnologia, nel campo della musica, sono diventati due. Parliamo della console, strumento imprescindibile per essere considerati dj, e ovviamente un notebook, da portare in giro per le serate al quale andrete a collegare la vostra console. Detto questo vi proponiamo l’elenco dei migliori programmi per mixare.

Mixxx – Si tratta di un programma gratis che permette di ottenere una qualità audio eccellente per la propria selection. Tra gli strumenti più utili abbiamo sicuramente il riconoscimento automatico dei BPM dei vari brani, il quale andrà a mixare perfettamente due tracce senza che ci siano problemi tra una traccia e l’altra. Oltre a questo troviamo una buona compatibilità con diversi strumenti hardware, tra cui schede audio e console. Infine abbiamo un utilizzo con mouse e tastiera e la possibilità di inserire file in MP3, OGG, WAV, FLAC. Decisamente un ottimo punto di partenza per la carriera da dj.

Ultramixer Free – Software gratis decisamente più completo rispetto al precedente, in aggiunta alle varie caratteristiche prima elencate abbiamo la possibilità di creare una playlist, scorciatoie personalizzabili, pulsanti dedicati esclusivamente agli effetti live più comuni come l’auto cue, per il loop e per l’effetto di pitching, e infine la compatibilità con sistemi Windows, Linux e Mac.

Ots Cd Scratch 1200 Free – Ultimo programma che vi consigliamo è dedicato non proprio al dj set da discoteca ma più che altro all’arte dello scratch. Per chi non la conoscesse basta sapere che si tratta della tecnica con cui negli anni 90 i dj facevano ruotare irregolarmente con la mano il vinile sul piatto, producendo il classico suono graffiato. Questo programma quindi ha delle funzioni ed un setaggio decisamente più concentrato su questo aspetto, quindi se vi interessa emulare le gesta dei grandi dj dovete necessariamente puntare su questo programma, non resterete certamente delusi dal risultato.

In conclusione, i migliori programmi per mixare restano quelli a pagamento tra cui spicca Virtual DJ, però anche le alternative gratuite elencate qui sopra non sono da meno per i dj alle prime esperienze.

Shazam per Pc – Audiggle

Shazam è un’applicazione iPhone molto conosciuta, si tratta di uno strumento tramite cui è possibile trovare il titolo di una canzone semplicemente ascoltandola.
Capita a tutti di vedere un video e rimanere colpiti dalla canzone che è presente in sottofondo senza avere la possibilità di conoscere il titolo, Shazam è stato creato appositamente per risolvere questo tipo di problema.

Non esiste Shazam per Pc ma adesso è disponibile uno strumento che mette a disposizione le stesse funzionalità, si trattta di Audiggle.
Il programma permette infatti di riconoscere i brani musicali direttamente sul proprio computer utilizzando un sistema di riconoscimento audio.

L’utilizzo di Audiggle è piuttoso semplice, basta avviarlo quando si ascolta una canzone alla radio o si guarda un video che contiene un brano che interessa e lo strumento lo riconoscerà.
Interessante la possibilità di cantare la canzone attraverso un microfono collegato al pc e di ottenere in questo modo il titolo.

Audiggle offre anche alcune funzionalità aggiuntive, il programma permette infatti di scaricare la canzone che è stata riconosciuta tramite iTunes o Amazon.
Inoltre viene messo a disposizione il testo del brano individuato.

Audiggle rappresenta quindi l’alternativa più interessante a Shazam disponibile su pc, il programma è gratis e quindi il consiglio è quello di provarlo.

1 2 3 5