Archivio Categorie: Windows 8

Attivare Windows 8 – Guida

In questa guida spieghiamo come attivare Windows 8, un’operazione che risulta essere piuttosto semplice e veloce da eseguire.

Al momento dell’acquisto di un nuovo PC con Windows 8 installato, vi viene fornito assieme al computer, che contiene il sistema operativo preinstallato, anche una chiave che rappresenta il cosiddetto codice di attivazione,  necessario per utilizzare i prodotti Microsoft.

Per attivare Windows 8 bisognerà inserire, digitandola correttamente, la product key, ovvero il codice prodotto che vi è stato fornito all’atto di acquisto del PC. Vediamo più nel dettaglio cosa fare

Dalla barra delle applicazioni occorre aprire Esplora File e nella finestra aperta occorre fare click con il tasto destro sull’ icona che rappresenta il computer A questo punto, dal menù  che compare, occorre selezionare la voce Proprietà e nella finestra che compare occorre andare nella sezione Visualizza dettagli di attivazione di Windows e fare click su Attivare.

A questo punto si può decidere se eseguire la attivazione per via telefonica o tramite internet, è ovvio che la scelta migliore, se disponete di una connessione, è quella della attivazione online, sia come tempi che come certezza della andata a buon fine della operazione.

Se invece il product key lo si è già inserito, per procedere alla attivazione occorre connettersi ad internet e poi andare nel Pannello di Controllo e fare click sul tasto di attivazione. In alternativa, si può fare click con il tasto destro in un qualunque punto del desktop, selezionare Impostazioni e poi Modifica impostazioni PC dal menù. Nella pagina che appare, basta fare click su Attivazione di Windows e infine click sul tasto Attiva.

L’attivazione di Windows 8 risulta essere quindi molto semplice e veloce.

Creare Punto di Ripristino Windows 8

In questa guida spieghiamo come creare un punto di ripristino in Windows 8.

Creare un punto di ripristino in Windows 8 è una procedura essenziale, che bisogna fare quando si ha intenzione di installare aggiornamenti importanti o nuovi programmi. I punti di ripristino Windows permettono di potere tornare alla configurazione attuale, nel caso in cui le modifiche apportate successivamente non siano di vostro gradimento.

Ricordate quindi di creare un punto di ripristino nel momento in cui vi accorgete che il pc con Windows 8, funziona al massimo delle sue potenzialità, potendovi garantire una situazione ottimale dalla quale ripartire in caso di problemi.

In cosa consiste un punto di ripristino Windows? Come già spiegato, si tratta di un procedimento che permette di creare una immagine delle impostazioni di sistema, in grado di essere richiamata ogni volta in cui si intende tornare ad una configurazione funzionante.

Da parte sua, Windows, crea automaticamente dei punti di ripristino ogni volta in cui si effettuano aggiornamenti importanti, questo però avviene solo dopo l’installazione di un programma, o l’aggiornamento del sistema.

Come creare un punto di ripristino in Windows 8? La nuova versionedel sistema operativo Microsoft consente, come nel caso dei suoi predecessori, di creare un punto di ripristino manualmente. Per fare questo, seguite le operazioni di seguito riportate

-Clicca su Impostazioni, partendo dall’angolo destro del desktop

-Seleziona Pannello di Controllo

-Nella nuova finestra, in alto a destra, digitate ripristino nella casella di testo.

-Una volta mostrati i risultati della ricerca selezionate Crea un punto di ripristino

-Viene aperta una nuova finestra. Scegliete la scheda Protezione sistema.

-Cliccate in fondo alla finestra il pulsante Crea.

-Viene aperta una nuova finestra. Digitare il nome per identificare il punto di ripristino

-Cliccate su Crea

-Attendete che la procedura venga completata

A questo punto, se l’operazione sarà stata eseguita con successo, avrete il nuovo punto di ripristino in Windows 8 pronto per essere utilizzato in caso di bisogno.

Ricordiamo che, utilizzare il Ripristino delle impostazioni di sistema non cancellerà i dati personali che avrete salvato sul computer. Questo vi mette al riparo dalla perdita di dati, al contrario della formattazione che, purtroppo, costringe l’utente alla perdita di tutti i file .

Utilizzate la creazione di un punto di ripristino in Windows 8, affiancandola a un backup del vostro hard disk, che vi permetterà di recuperare la maggior parte dei dati salvati sul computer, anche in caso di formattazione.

Ottimizzare Windows 8 – Informazioni Utili

In un articolo precedente abbiamo parlato di antivirus gratis per Windows 8, oggi vediamo come ottimizzare il sistema operativo.

Ottimizzare Windows 8 è una delle prime operazioni che bisogna effettuare per rendere le prestazioni del proprio Pc all’altezza delle aspettative. Non tutti sanno infatti che Windows 8, nativamente, sfrutta una parte delle risorse Pc per mantenere attive applicazioni e altri servizi, che molti di voi potrebbero ritenere inutili. In questa guida scoprirete come ottimizzare Windows 8, effettuando delle semplici operazioni che andranno a modificare la configurazione base di applicazioni e strumenti.

Come ottimizzare Windows 8? Ecco una serie di accorgimenti che gli utenti potranno effettuare per migliorare le prestazioni del proprio computer.

Disattivare effetti visivi – Come nel caso delle versioni precedenti del sistema operativo, anche Windows 8 abilita di default alcune animazioni che possono causare il rallentamento del pc. Di seguito vi spieghiamo come disattivare le animazioni su Windows 8, risparmiando una buona percentuale di CPU, altrimenti impiegata inutilmente per questi processi.

Premere tasto Windows + Q e ricercare l’opzione degli Strumenti avanzati per le prestazioni di sistema. Potete anche optare per il percorso Pannello di controllo – Prestazioni del sistema – Strumenti avanzati – Modifica aspetto di Windows se non riuscite a trovare la scheda in questione.

Nella prima scheda di questa sezione, troverete l’opzione Regola in modo da ottenere le migliori prestazion”, va da se che basterà selezionarla per ottimizzare la parte grafica di Windows 8.

Prestazioni elevate – Se si sta ottimizzando Windows 8 su un pc portatile, è consigliabile cliccare sull’icona dell’alimentazione e selezionare Prestazioni elevate, in modo tale che tutti i componenti hardware funzionino al massimo delle loro potenzialità.

Risulta doveroso avvertirvi che, impostando questo parametro, si aumenteranno le prestazioni del notebook al massimo ma la batteria durerà molto meno del previsto. Potete comunque scegliere, tramite la scheda di configurazione, quali componenti utilizzare al massimo delle loro prestazioni, e quali invece lasciare a riposo.

Analisi del Registro di Sistema – questo tipo di operazione vi permetterà di risolvere alcuni problemi che bloccano l’esecuzione corretta di molte applicazioni. Occorre quindi effettuare periodicamente l’analisi del Registro di Sistema per risolvere eventuali problemi in corso. Per fare questo vi consigliamo il programma gratuito Ccleaner, che oltre a correggere gli errori, manterrà pulita la cartella File temporanei.

Consigli utili – Per ottimizzare il computer, bisogna tenere sempre in mente che è consigliabile eseguire periodicamente operazioni come la deframmentazione di Windows 8 in modo da migliorare le prestazioni del disco.

Velocizzare Avvio Windows 8

In passato abbiamo visto come personalizzare Windows 8, oggi spieghiamo come velocizzare l’avvio di Windows 8.

Windows 8 non mostra particolari problemi per quanto riguarda la velocità d’avvio, con il passare del tempo però si verifica sicuramente una diminuzione delle prestazioni, dovute all’installazione di programmi.

In questa guida scopriremo come velocizzare l’avvio di Windows 8 scegliendo solo i componenti essenziali da caricare all’avvio del pc. In questo modo la procedura d’avvio sarà sicuramente più veloce e vi permetterà di accedere alle funzioni principali nel minore tempo possibile.

Come velocizzare l’avvio di Windows 8? Esistono numerosi metodi per ridurre il tempo d’avvio del sistema operativo, sfruttarne uno piuttosto che un altro dipende essenzialmente dal grado di conoscenze informatiche in vostro possesso.

Se siete utenti esperti, che hanno già una discreta dimestichezza con la modifica delle impostazioni di Windows allora potrete operare spuntando le voci presenti nella lista in Gestione attività – Avvio.

Potrete in questo modo selezionare quali programmi, o applicazioni, verranno caricate all’avvio di Windows.

In alternativa è possibile utilizzare la seguente procedura.

Premete i tasti Win+R ed inserite nel menù Esegui la parola gpedit.msc, quindi premete Invio. Nella nuova finestra dovrete seguire questo percorso Configurazione computer – Modelli Amministrativi – Sistema, arrivati a questo punto dovrete ricercare la voce Arresto, quindi selezionate Richiedi utilizzo Avvio Rapido spostando la selezione su Attivata.

Una volta cliccato su Applica, riavviando il pc potrete notare che l’operazione è stata eseguita in un lasso di tempo molto più breve. Questo è ottenuto tramite la nuova funzione Hybrid boot, che permette di salvare in una cartella temporanea tutti i file necessari ad un avvio più rapido del sistema. Non preoccupatevi dello spazio su disco, visto che non verrà richiesto molto spazio per eseguire l’operazione.

Nel caso in cui decidiate di non volere più questo tipo di sistema, allora potrete tornare alla modalità classica disattivando l’opzione. Velocizzare l’avvio di Windows 8 non è più un problema, visto che Microsoft ha pensato a tutto per rendere l’esperienza pc più semplice ed efficace che mai in modo semplice.

Personalizzare Windows 8 – Consigli Utili

In questo articolo proponiamo alcuni consiglli per personalizzare Windows 8 in modo semplice e veloce.

Windows 8 è il nuovo sistema operativo lanciato da Microsoft, che sta suscitando diversi pareri positivi tra gli utenti. Chi ha già avuto modo di provarlo, sa benissimo che la nuova versione è radicalmente diversa rispetto a quella precedente  e, di conseguenza, le possibilità di personalizzazione grafica hanno subito dei cambiamenti.

In questa guida scopriremo come apportare delle modifiche grafiche a Windows 8, personalizzando le caratteristiche del sistema operativo in diversi settori.

Personalizzare la schermata Start – Per modificare i colori della schermata Start dovrete accede a Impostazioni Pc – Personalizza. Selezionando questa opzione sarà possibile modificare il colore dei Tiles  e, ovviamente, il colore dello sfondo. Con queste piccole modifiche, il vostro Windows 8 avrà tutto un altro modo di essere concepito, essendo la maggior parte delle operazioni, effettuate tramite la schermata principale.

Ridimensionare e spostare Tiles – Se la dimensione dei quadrati, sul desktop, vi sembra eccessiva, potrete modificarla semplicemente cliccandoci sopra col tasto desto. Se invece avete bisogno di spostare un Tiles, basterà tenere premuto il tasto sinistro su uno di essi e potrete decidere dove posizionarle.

Applicazioni animate Windows 8 – Di default, Windows 8 imposta come animati i Tiles di alcune applicazioni. Se vi capita di ricevere un messaggio di posta, o magari sfogliare il calendario, noterete che i collegamenti sono animati. Per chi avesse disabilitato questa funzione, ma volesse tornare alle impostazioni di default, sappia che è possibile attivare nuovamente l’opzione dal menù Personalizza, posto in alto a destra nelle impostazioni.

Ricordate però che, l’attivazione delle animazioni nei Tiles, produrrà un maggiore dispendio di CPU riducendo le prestazioni del Pc. La soluzione migliore è quella di disattivare le animazioni solo nel momento in cui state utilizzando determinati programmi, o avete molte attività in corso.

Password grafica – rRicordare una password è alle volte difficile, con Windows 8 potrete creare una password grafica che sostituirà alle lettere dei semplici gesti con mouse o touch. Per impostare una nuova password dovrete andare nell’angolo basso  a destra dello schermo e selezionare Impostazioni – Modifica Impostazioni Pc – Utenti, a questo punto selezionate il vostro utente quindi crea password grafica.

Ora basterà seguire la procedura guidata per creare una password che invece delle lettere vi consentirà semplicemente di utilizzare dei clic su una immagine da voi scelta. Un metodo alternativo che nel corso degli anni potrebbe risolvere il problema del non ricordo più la password.

Chi ha dimenticato la password, può comunque recuperarla in modo veloce utilizzando le informazioni che abbiamo messo a disposizione nell’articolo su come recuperare password Windows 8 pubblicato in passato.

Personalizzare Windows 8 è quindi semplice e le possibilità sono numerose.

 

Gadget Windows 8 – Come Abilitarli

I gadget sono un particolare tipo di applicazioni, disponibili sul desktop, che aggiungono funzionalità utili al sistema operativo. I gadget sono disponibili in Windows 7 ma Microsoft ha deciso di cessare  il supporto con il nuovo sistema operativo, in questo articolo spieghiamo come abilitare i gadget in Windows 8.

Per utilizzare i gadget di Windows 7 con il nuovo sistema operativo è necessario installare un programma gratis chiamato 8Gadgetpack.
Il programma può essere scaricato dal sito ufficiale e risulta essere molto semplice da utilizzare.

Installando l’applicazione, viene creata una barra laterale in cui è possibile inserire i vari gadget di Windows 7.
Nel caso in cui si sia effettuato l’upgrade da Windows 7 a Windows 8, è possibile aggiungere i gadget che erano già presente sul computer senza la necessità di installarli nuovamente e mantenendo le impostazioni che erano state configurate.
Se non si vuole utilizzare la barra laterale, è possibile posizionare i gadget sul desktop nel modo preferito.

Il programma include vari gadget che possono quindi essere abilitati in modo veloce.
Tra i gadget più interessanti messi a disposizione dall’applicazione troviamo il calendario, il convertitore di valuta, lo strumento per il monitoraggio del processore e del disco, l’orologio e lo strumento per il controllo delle mail in arrivo.
Risulta comunque possibile installare anche gadget non inclusi visto che il programma supporta i file .gadget.

8Gadgetpack è quindi un programma decisamente interessante per chi utilizzava i gadget nella versione precedente del sistema operativo e vuole ancora avere a disposizione le funzionalità proposte da questi strumenti.

Attivare Bluetooth Windows 8

Il Bluetooth è una funzionalità molto importante, specialmente nei computer portatili, tramite cui è possibile collegare diversi dispositivi, come cuffie e tastiere, senza utilizzare fili.

In Windows 7, era possibile attivare e disattivare la funzionalità accedendo a Device Manager, in Windows 8 il sistema di gestione è cambiato e risulta essere ancora più semplice.

Vediamo cosa bisogna fare per attivare Bluetooth in Windows 8.

-Portare il mouse nell’angolo in basso a destra in modo da mostrare le icone presenti sulla barra.
-Cliccare Settings.
-Cliccare Change PC Settings.
-Cliccare Wireless.
-Attivare Bluetooth in Wireless Devices.
Per gestire una connessione Bluetooth bisogna eseguire le seguente operazioni
-Portare il mouse nell’angolo in basso a destra in modo da mostrare le icone presenti sulla barra.
-Cliccare Settings.
-Cliccare Change PC Settings.
-Cliccare Devices.
-Cliccare Add a Device.

Attivare e disattivare il Bluetooth in Windows 8 è quindi un’operazione molto semplice e veloce.

Visualizzatore Immagini Windows 8

Quando si tenta di aprire una nuova immagine in Windows 8, il file viene aperto utilizzando l’applicazione Metro Photos invece che il visualizzatore immagini presente nelle versioni precedenti del sistema operativo.

Le applicazioni metro sono sicuramente uno strumento interessante, non sempre è però comodo visualizzare le fotografie a schermo intero con questa applicazione.

Fare in modo che le fotografie vengano aperte con il visualizzatore immagini Windows 8 è piuttosto semplice, vediamo cosa bisogna fare.

-Cliccare con il tasto destro un’immagine e selezionare Open With – Choose default program dal menu che viene aperto.

-Viene aperta una nuova finestra in cui troviamo una lista di programmi da cui selezionare quello da utilizzare per l’apertura delle immagini.
Selezionare Windows Photo Viewer.
La prossima volta che si tenta di aprire una fotografia, il file sarà aperto automaticamente utilizzando Windows Photo Viewer come visualizzatore immagini di Windows 8, in modo simile a quanto avviene nelle versioni precedenti del sistema operativo.

Esistono anche numerosi programmi che è possibile installare sul computer per visualizzare le immagini, Windows Photo Viewer rappresenta comunque una soluzione interessante visto che mette a disposizione tutte le funzionalità necessarie quando si voglino vedere le fotografie e non si ha la necessità di modificarle.

Disinstallare Windows 8 e Ritornare a Windows 7

In un articolo precedente abbiamo visto come eseguire il ripristino di Windows 8, alcuni utenti preferiscono però disinstallare Windows 8 e ritornare a Windows 7, in questo articolo vediamo come fare.

In questa guida andremo a scoprire come disinstallare Windows 8 e tornare a Windows 7, sfruttando dei semplici metodi messi a disposizione da Microsoft per i propri utenti. Serviranno, in alcuni casi, dei requisiti per procedere con l’operazione descritta, quindi assicuratevi prima di avere tutti gli strumenti per portare a compimento l’operazione.

Come disinstallare Windows 8 e tornare a Windows 7? Se non avete dati importanti salvati sul pc, il metodo più rapido e veloce per ripristinare il vostro Windows 7 è quello di fare una formattazione, riportando il computer alle impostazioni di fabbrica.

Per fare questo avrete bisogno del disco di recovery, consegnato insieme al pc al momento dell’acquisto. Nel caso in cui non riusciste a trovare il supporto potrete optare per la formattazione del pc tramite una la partizione di recovery, se è presente.

Per fare questo dovrete riavviare il pc e, una volta mostrata la schermata che permette di accedere al bios, premere la combinazione di tasti per avviare la formattazione e ripristinare i dati presenti nella partizione di recovery.

Questo metodo è utile ovviamente solo se il computer aveva inizialmente Windows 7 e il nuovo sistema operativo era stato installato in un secondo momento.

Metodo 2 – Per effettuare l’installazione di Windows 7, liberandosi così di Windows 8, avrete bisogno del CD d’installazione di Windows 7. Una volta entrati in possesso del materiale, dovrete riavviare il pc ed accedere alla schermata di boot per impostare al primo posto l’unità DVD.

Ora inserite il cd d’installazione di Windows 7 e riavviate il pc, verrete quindi introdotti alla schermata di installazione del sistema operativo. Basterà cliccare su Installa, quindi selezionare il disco sul quale è attualmente installato Windows 8 e seguire la procedura guida per installare nuovamente Windows 7.

Questa procedura è quindi utile nel caso in cui si è comprato un computer su cui era già presente Windows 8.

Metodo 3 – Ultimo metodo disponibile per ripristinare Windows 7, disinstallando Windows 8, è quello di utilizzare la cartella Windows.old. Questa procedura è possibile solamente se, al momento dell’aggiornamento, avete deciso di salvare sul pc una cartella per il ripristino dei file.

Accedente quindi alla cartella Windows.old tramite Esplora Risorse e controllate che le dimensioni di questa  siano almeno due volte inferiori rispetto allo spazio disponibile sull’hard disk. Ora inserite il disco di Windows 7 e effettuate l’avvio.

A questo punto, nella schermata Installazione di Windows selezionate Ripristina il computer, ora potrete selezionare la versione del sistema operativo che intendete ripristinare e, una volta scelta, fate click su Avanti. Ora andate in prompt dei comandi e digitate queste righe seguite sempre dal tasto invio

C:

Md Win7

Move Windows Win7Windows

Move “Program Files” “Win7Program Files”

Move Users Win7Users

Attrib –h –s –r ProgramData

Move ProgramData Win7ProgramData

Rd “Documents and Settings”

Ora, se non avrete riscontrato alcun tipo di errore continuate a digitare i seguenti comandi:

move /y c:Windows.oldWindows c:move /y “c:Windows.oldProgram Files” c:

move /y c:Windows.oldProgramData c:

move /y c:Windows.oldUsers c:

move /y “c:Windows.oldDocuments and Settings” c:

Non resta che indicare, tramite il comando qui sotto, la periferica dove verrà installato il sistema operativo, facendo attenzione nell’indicare correttamente la lettera del disco, se ovviamente diversa dal classico C:.

P:bootbootsect /nt60 c:

Essendo una procedura complessa, consigliamo questo metodo solo ad utenti esperti che sarebbero in grado di gestire eventuali errori comparsi su schermo durante il processo. Comunque al termine della procedura basterà chiudere il prompt dei comandi e riavviare il computer.

Ripristino Windows 8 – Come Fare

In questo articolo vediamo come eseguire il ripristino di Windows 8. In una guida pubblicata in precedenza abbiamo speigato come accedere alla modalità provvisoria di Windows 8 per risolvere i problemi del computer, in alcuni casi però l’unica soluzione possibile è ripristinare il sistema operativo.

Come nelle ultime versioni precedenti di Windows, anche Windows 8 offre la possibilità di reinstallare il sistema operativo sul vostro PC oppure la possibilità di correggere un’installazione eventualmente non andata a buon fine.
Con il passere del tempo, le modalità di ripristino del sistema si sono via via evolute. Windows 8 offre tre possibili modi di recupero.

Il primo è il cosiddetto ripristino del sistema, che riporterà la situazione del PC all’ultimo punto di ripristino salvato. Non verranno toccati documenti o immagini personali, ma verranno eliminati driver e installazioni che sono state eseguite successivamente al salvataggio del punto di ripristino.
Creare un punto di ripristino prima di provare l’installazione di un programma, è un buon modo per essere abbastanza sicuri di potere tornare alla situazione precedente nel caso in cui l’operazione creasse dei problemi.
Per utilizzare un punto di ripristino, si entra nel Pannello di Controllo, si apre la voce Ripristino e si sceglie l’opzione Ripristino configurazione di sistema.

Il secondo modo per ripristinare Windows 8 è una reinizializzazione del PC, che corregge alcuni errori di origine sconosciuta correggendo i soli file di sistema, senza toccare le applicazioni installate.
Dall’angolo in alto a destra dello schermo, si clicca su Impostazioni, poi Modifica e si seleziona la voce Generale. Sotto la voce Aggiorna il PC senza influire sui file , si clicca su Opzioni preliminari.

La terza opzione consiste nella vera e propria reinstallazione di Windows, nell’angolo in alto a destra dello schermo si fa click su Impostazioni, poi su Modifica e si sceglie la voce Generale.
A questo punto, si fa click sulla voce Opzioni preliminari dell’opzione Reimposta il PC e ricomincia Windows.
Sarà eseguita una formattazione dell’ hard disk e Windows 8 verrà reinstallato. Ovviamente, con questa opzione, tutti i vostri dati andranno cancellati quindi è opportuno verificare da avere eseguito un salvataggio delle cose che ci interessano.
Dopo la reinstallazione, provvederemo a reinstallare i programmi necessari ed a riportare su PC i nostri dati che avremo preventivamente salvato.

Eseguire il ripristino di Windows 8 è quindi un’operazione semplice e veloce da completare.

1 2 3 4