Tag Archivio: photoshop

Photoshop: Migliorare le immagini monocromatiche con effetti di colore creativi

A partire da alcune foto a colori è possibile generare interessanti immagini monocromatiche senza particolari sforzi. 

L’idea è questa: ricolorare le immagini successivamente, e non con i soliti effetti anticati, seppia e simili, ma in modo creativo ed artistico. Ciò può essere realizzato al meglio in Photoshop tramite un livello di filtraggio separato. Di solito lo si applica sull’intera foto e ha lo stesso effetto in tutte le zone.

Creare i livelli di filtraggio

Caricare l’immagine e aprire la palette Livelli. Fare clic sull’icona Crea un nuovo livello di riempimento o di regolazione e selezionare Filtro fotografico. Photoshop offre di default l’opzione Filtro più caldo. Impostare a 100 la relativa Densità per ottenere una resa brillante. Poi fare doppio clic su Filtro Fotografico 1 nella palette Livelli e dare un nome al livello in base al colore utilizzato.

Applicare altri colori

Ora fare clic sulla maschera di livello creata automaticamente e premere Ctrl+I, in modo che Photoshop mascheri in nero il livello di filtraggio. Ora è possibile applicare ulteriori livelli colore in modo simile a quanto fatto sopra.

Modellare le maschere livelli

Ora è il momento di far entrare in campo selettivamente i colori. fare clic sulla Maschera Livelli di un filtro di filtraggio, selezionare un pennello bianco con valori bassi di Durezza e Nitidezza e dipingere sulle zone dell’immagine che si desidera tingere. Poi passare agli altri livelli di filtraggio ed eseguire le stesse operazioni.

 

Aumentare la definizione con la maschera contorni

Il soggetto è perfetto, illuminazione, prospettiva e sfondo sono ben armonizzati, ma quando si stampa la foto ci si rende conto che dovrebbe essere più netta.

Il problema

Le fotocamere catturano sempre un pò di movimento, soprattutto negli scatti a mano libera.

Scattare diversamente

Per quanto possibile si dovrebbe utilizzare il treppiede che consente, infatti, di ottenere foto nette ed estremamente precise.

Migliorare la foto con il pc

Se le foto risultano leggermente mosse è possibile ottenere una definizione maggiore. Non si deve però semplicemente applicare un filtro che aumenti il contrasto sull’intera immagine. Ciò infatti comporta la messa in evidenza anche di dettagli come pori della pelle dilatati o imperfezioni varie.

Ecco come si può procedere: duplicare il livello di sfondo in Photoshop e selezionare da menu Filtro/Stilizzazione/Trova bordi. La selezione può essere rafforzata con Filtro/Altro/Massimo. Sfumare le zone con Filtro/Sfocatura/Sfoca maggiormente. Il valore di soglia dovrebbe essere molto elevato. Ora trasformare l’immagine in negativo con Ctrl+à+l. Selezionare le zone più chiare dell’immagine facendo clic sul canale Rgb nelle palette Canali tenendo premuti i tasti Ctrl+à. Ora cancellare il livello ausiliario: la selezione dei contorni resta attiva.

Creare un nuovo duplicato nella Palette Livelli e fare clic sull’icona della maschera nella cornice in basso della finestra per aggiungere una maschera livello in base alla selezione. Ora è possibile aumentare il contrasto della zona selezionata con Filtro/Contrasta/Maschera di contrasto.

Aprire file PSD senza Photoshop – PSD Viewer

Potrebbe capitarvi di avere un file PSD sul computer ma di non avere Photoshop, il programma che serve per aprirlo e modificarlo. Oggi vi presentiamo un programma che vi permetterà di visualizzare i file di questo formato senza problemi.

Si tratta di PSD Viewer, un software semplicissimo e utilissimo. Purtroppo potrete solo vedere le immagini, zoomarle e ruotarle, ma non modificarle. Dopo averlo installato dovrete solamente aprirlo e selezionare il file da aprire.

PSD Viewer funziona anche su Windows 7

Quattro alternative gratis a Photoshop


Photoshop è il programma di grafica più utilizzato ma la rete mette a disposizione diverse alternative gratuite che risultano essere piuttosto valide.

Oggi proponiamo le migliori alternative gratuite a Photoshop.

Gimp
La prima segnalazione non può essere che Gimp, il migliore programma gratis da usare in alternativa a Photoshop.
L’interfaccia è piuttosto simile e l’applicazione offre molte delle funzionalità presenti in Photoshop.
Photoshop è sicuramente più avanzato ma Gimp è uno strumento valido e da considerare se si ha la necessità di utilizzare un editor di immagini

Pixia
Pixia è un programma di grafica progettato in origine per la comunità manga ma che è utilizzabile per qualsiasi operazione di editing.
L’applicazione supporta diversi formati di file, compreso psd, e mette a disposizione funzionalità come gli effetti di trasparenza e gli strati multipli.

Splashup
Splashup è un editor di immagini online, utilizzabile tramite il browser che mette a disposizione funzionalità piuttosto avanzate.
L’interfaccia è somogliante a quella di Photoshop e anche gli strumenti sono disposti nello stesso modo.
Tra gli strumenti online è sicuramente uno dei più completi.

VCW VicMan’s Photo Editor
VCW VicMan’s Photo Editor è un programma gratuito di editing destinato a utenti senza troppa esperienza.
L’applicazione è infatti piuttosto semplice da utilizzare e, anche se il numero di funzionalità è molto più limitato rispetto a quelle di Photoshop, si dimostra uno strumento valido.

Usare il testo in Photoshop

LogoPhotoshopQuando sipensa ad un programma di ritocco fotografico il primo che viene alla mente è Photoschop. Tuttavia quest’utilissima applicazione consente di gestire anche il testo, sebbene Photoshop sia stato dotato dei parametri necessari a questa funzione con un certo ritardo.

Il concetto di testo modificabile è stato inserito solo nel 1999, con Photoshop 5.5, mentre per la qualità vettoriale bisognerà aspettare la versione 7.

Nonostante ciò sarà bene approfondire questa funzione.

Se il testo è integrato all’interno dell’immagine, con mascherature, effetti articolati e così via, Photoshop presenta delle funzionalità in più rispetto ai tradizionali software di impaginazione.

Se si desidera avere un testo dai contorni perfetti, soprattutto in fase di output, bisognerà prestare particolare attenzione al formato del salvataggio. Ad esempio se il documento viene salvato in TIFF, il testo verrà certamente rasterizzato alla risoluzione impostata nella finestra Immagini-Dimensioni Immagine.

Se invece si è scelto un PDF o EPS,,il testo conserverà le proprie informazioni vettoriali che verranno conservate anche in fase di stampa.

I controlli di testo con Photoshop sono piuttosto articolati ma anche rapidi, sebbene il suo utilizzo sia consigliato solo per testi brevi, mentre in caso contrario sarà bene optare per un programma di impaginazione veri e propri come Indesing.

In ogni modo per creare blocchi di testo basta usare lo strumento Testo semplicemente facendo clic sul documento e iniziando a scrivere, procedura che vale però per testi molto brevi, di poche righe. Se invece il testo deve essere più corposo la procedura del singolo clic è un disastro, perchè costringe ad andare a capo in maniera manuale tramite il tasto Invio.

L’alternativa sono i blocchi di testo. Una volta terminata l’inserimento del testo, si deve procedere alla conferma dell’inseriemnto del testo tramite il tasto Invio o attraverso Ctrl/Command Invio.

Il testo inviato da solo indica l’interruzione del paragrafo. Abbinando anche il tasto Maiusc, andate a capo con un’interruzione forzata, cioè indicate al programma di andare a capo ma di non considerare finito il paragrafo. Grazie a questa opzione e considerando il pannello inserito in Paragrafo è possibile fare molto, mentre per l’immissione di un testo è sufficiente premere il tasto Esc.

Ora ogni immissione di testo comporta la formazione di un nuovo livello con proprie caratteristiche, identificato nel pannello Livelli con la lettera T. Una volta creati i livelli è possibile modificarli, sia che si tratta di un testo indipendente sia che si tratti di un testo paragrafo.

Il procediemtno in entrambi i casi è lo stesso

  • Fare doppio clic sulla miniatura del testo nel pannello Livelli
  • Prendere lo strumento Testo e fare clic sopra il testo da modificare
  • Quando il livello del testo è selezionato nel pannello Livelli e si sta usando lo strumento Testo, fare clic con il tasto destro sopra il testo stesso e dal menù contestuale selezionare Modifica Testo.

Fino a quando i livelli di testo sono attivoi è possibile utilizzare lo strumento Testo, la barra delle opzioni, il pannello paragrafo per applicare la formattazione desiderata al nostro testo.